L’Isola Artigiana, il quartiere riscopre i maestri del fare

Nasce il progetto L’ Artigiana: attraverso una mappa e una app, oltre al restauro delle Isole Lilla del bookcrossing, vuole ritrovare il fascino del quartiere tra antichi artigiani e innovazione

Prende il via L’Isola Artigiana, interessante progetto realizzato dal Duc Isola, sostenuto dal Comune di Milano, in collaborazione con il Politecnico e con Confartigianato e Confcommercio Milano. Lo scopo? Promuovere la riscoperta del quartiere Isola, tra la sua storica tradizione artigiana e l’innovazione architettonica che la contraddistingue. Si tratta di diverse sezioni, parte di una mappa cartacea e digitale a disposizione di turisti e cittadini. Uno strumento per scoprire i negozi e i laboratori del quartiere Isola, uno dei più antichi cittadini.

Tante realtà commerciali saranno facilmente riconoscibili grazie a una bandiera segnaletica in materiale ecologico realizzata dal per l’occasione. Un percorso che oltre a realizzarsi fisicamente, essendo visibile nel quartiere, potrà avvenire grazie al web. Sul sito distrettoisola.it e sull’app Milano Distretto Isola sarà infatti possibile conoscere tutte le realtà presenti nel quartiere, raccontate attraverso schede e foto ad hoc. Scoprire, dunque, il volto dell’Isola artigiana è una nuova sfida, che permettere di conoscere un lato di un quartiere noto per il suo sviluppo urbano, per il design, per i locali, per i club storici e quindi, anche, per le sue botteghe ricche di storia.


Non finisce qui. Con l’occasione, si procede anche con la riqualificazione delle Isole Lilla: gli spazi dedicati al bookcrossing all’aperto, le isole dei libri che si incontrano passeggiando per via Borsieri e dintorni.

L’Isola Artigiana vuole mettere in evidenza le tradizioni e la cultura di Isola, un luogo simbolo dell’evoluzione di Milano. Al fianco di architetture contemporanee e grattacieli di vetro ci sono spazi, botteghe e atmosfere pre-esistenti che ne rappresentano l’anima artigiana. Un esempio di ibridazione urbana e un successo dal punto di vista dello sviluppo in chiave turistico.

Leggi anche:

C’è chi dice NoLo, alla scoperta del quartiere
Isola Design Digital District, un successo di pubblico