Milano Pride 2019 LGBT+

Global Pride, il Gay Pride si fa online

Global Pride, una data storica: il 27 giugno infatti andrà in scena il primo Pride online, manifestazione organizzata dai network internazionali dei Pride, EPOA e Interpride, compreso il Circolo Mario Mieli

L’arcobaleno cambia, ma il Pride non si ferma. Così si comunica di un grande evento dai colori arcobaleno previsto per il 27 giugno, il Global Pride. Un annuncio che arriva così e subito dopo la notizia dell’annullamento (anzi, del rinvio) del Roma Pride 2020, causa allarme Coronavirus ed emergenza sanitaria. (A tale proposito, stiamo aspettando notizie circa l’eventuale rinvio anche di Milano Pride 2020, che dipende dall’andamento dell’emergenza; la parata sarebbe prevista per il 27 giugno).

Le varie manifestazioni a difesa dell’orgoglio dell’identità di genere rischiano dunque, almeno per quest’anno, di saltare. Ed ecco che allora la European Pride Organizers Association (EPOA) annuncia la notizia del primo Global Pride. Nato dalla volontà delle organizzazioni dei Pride internazionali e in risposta alle manifestazioni arcobaleno rinviate oppure annullare.


Un evento che farà la storia, in diretta streaming

Un evento che sarà “Trasmesso in streaming dal vivo il 27 giugno, iniziando con l’Asia orientale, l’Australia e la Nuova Zelanda. Trasferendosi poi seguendo i fusi orari negli Stati Uniti. Comprenderà spettacoli musicali, discorsi e messaggi chiave di attivisti per i diritti umani. Il Pride non è la questione più importante momento ma il senso di comunità, amore e fratellanza che questo evento dà alle persone“. E poi ancora “Vogliamo che questo evento sia particolarmente accessibile a persone che non sono mai state ad un Pride o che non si sentono in grado di farlo, sia per via del luogo in cui vivono che della loro famiglia“. Queste le parole di Steve Taylor, portavoce dell’European Pride Organizers Association, riportate dal portale Gaynews.

La data del Pride non è casuale

Un evento del tutto nuovo, quello del Global Pride, destinato a fare la storia. La data scelta per l’evento mondiale, poi, non è affatto casuale. Il 27 giugno, data che coincide con i 51 anni dei Moti di Stonewall (era la notte fra il 27 e il 28 giugno 1969) e con il primo anniversario del World Pride di New York. L’orgoglio LGBT+ ai tempi del si rivela essere, dunque, inarrestabile e favoloso. Come potrebbe essere altrimenti.

Per rimanere aggiornati sulla diffusione streaming del Global Pride basta seguire la pagina Facebook ufficiale o il sito di EPOA a questo link.

Leggi anche:

I film a sfondo LGBT+ da non perdere e perché
Milano Pride: le date

Scopri QUI il nostro canale LGBT+