La fioritura dei campi di lavanda in Lombardia

Non solo Provenza. Anche nella nostra regione, a pochi passi da Milano, si può ammirare la fioritura dei campi di : in Lombardia il posto in cui andare è l’Oltrepo Pavese e l’esplosione di colori e di profumi comincia a metà giugno

Profumatissimi tappeti color pastello, uno spettacolo che tanto ricorda la Provenza ma che si trova a due passi da Milano. Forse non tutti sanno, infatti, che questo è il periodo giusto per ammirare la fioritura dei campi di lavanda in Lombardia. Ci troviamo nella zona dell’Oltrepo Pavese, a pochissima distanza da Milano. Qui la lavanda inizia a fiorire a inizio giugno e il picco di massima fioritura arriva intorno alla metà del mese. La raccolta avviene, generalmente, durante le prime due settimane di luglio. Per scattare la foto profilo social perfetta, dunque, questo è il periodo adatto.

Tra le destinazioni più gettonate per la fioritura dei campi di lavanda in Lombardia c’è Godiasco Salice Terme, poco più di 3mila abitanti in provincia di , al confine con la provincia di Alessandria. Qui la Cascina Costanza è il luogo scelto da molti per ammirare l’esplosione della “sua” lavanda. Un’attività riaperta e nel pieno del rispetto delle regole anti Coronavirus. l visitatori devono rispettare le distanze di sicurezza, igienizzare le mani, usare le mascherine. Un ingresso gratuito per chi prenota un tavolo presso l’agriturismo oppure di 5 euro per accedere al campo di lavanda soltanto. Prenotazione, naturalmente, obbligatoria.


Da Godiasco a Ruino, sempre Oltrepo Pavese, ex comune di 703 abitanti ora fuso con il comune di Colli Verdi. Colli verdi anche quelli che si ricoprono di lavanda in questo periodo e da ammirare passeggiando tra la natura. Anche tra queste colline i filari di lavanda circondano agriturismi, rustici e casali da cui poter ammirare la tavolozza i colori. E dove assaporare numerosi piatti a tema, dal risotto all’insalata, tutto a base di lavanda, naturalmente. L’agriturismo Boccapane è uno di questi.

Tra i borghi più belli d’Italia non mancano Borgoratto Mormorolo e Fortunago. Il primo conta 414 abitanti e si trova nella valle del torrente Ghiaia di Borgoratto. Il secondo, Fortunago, 358 abitanti, sulle colline che dividono le valli della Coppa e dell’Ardivestra, fa parte, appunto, del “club de i borghi più belli d’Italia”.

A dare a questi centri tanta bellezza è, naturalmente, anche, la complicità della fioritura dei loro campi di lavanda, coltivata in terreni vastissimi. Da cui si ricava, tra l’altro, una ricca quantità di prodotti artigianali e biologici, prodotti per il corpo, sacchetti profumati, candele, olii essenziali. E, naturalmente, piatti tipici, tutti da gustare, tra i tanti agriturismi, ristoranti o trattorie della zona. Che te lo dico a fare.

Leggi anche:

Adotta una mucca a distanza
Estate 2020 a Milano, il programma