Il comportamento dei milanesi in Fase 1 e 2: report Milano ti ascolta

Cittadini soddisfatti dalle azioni del Comune ma preoccupati per distanziamento sociale e attività educative. Promossi i ritmi più lenti e lo smartworking” dichiara l’assessore Lipparini. Il report di Milano ti ascolta rivela il comportamento dei milanesi durante la Fase 1 e la

Non un sondaggio, ma quasi. Milano ti ascolta, questionario rivolto ai cittadini tra la fine della Fase 1 e l’inizio della Fase 2 dell’emergenza sanitaria, ha visto la partecipazione di 5.600 milanesi. In tanti si sono collegati e hanno risposto alle domande su esperienza, bisogni, iniziative del Comune. Sulla propria situazione nei mesi di chiusura e nei primi giorni della ripresa. Il report di Milano ti ascolta dimostra così un campione ampio e rappresentativo della popolazione. In maggioranza da cittadini tra i 41 e i 64 anni (53%), di sesso femminile (66%), componente di una famiglia (52%). Lavoratore dipendente (49,6%) o pensionato (21,25%). Una partecipazione significativa per numero e contenuti.

Tra i commenti nelle risposte aperte il desiderio di fare tesoro di alcuni insegnamenti nati durante il sconfinamento. “Ritmi più sereni, smartworking, attenzione all’ambiente. Attenzione alle persone in difficoltà, trasporti e digitalizzazione“.


Le dichiarazioni

Le risposte al questionario sono state analizzate ed elaborate nel report di Milano ti ascolta che è stato presentato dall’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Lorenzo Lipparini. Con lui il Direttore del Citizen relationship management del Comune, Dario Manuli.

Lipparini: “Ne emerge una valutazione positiva delle azioni intraprese dal Comune e del ricorso al digitale per riorganizzare le proprie attività. Si conferma una particolare preoccupazione sull’attuazione del distanziamento sociale e sulla gestione delle attività per bambini e ragazzi. Questa indagine si colloca nel panorama delle molte attività di ascolto e partecipazione dei cittadini che non si sono fermate. E che continuano ora con approfondimenti specifici sul tema della strategia di adattamento Milano2020 e sulla predisposizione del Piano Aria clima in materia ambientale“.

A questo link si può visionare il report completo del sondaggio Milano ti ascolta.

Leggi anche:

Drive In per andare al cinema post Coronavirus
Coronavirus: la crisi del settore musicale e il progetto di ripartenza