I quartieri di Milano diventano brand internazionali (nel logo)

È l’idea creativa e divertente di Marika Mangafà art director freelance con il suo marchio I’m Mikamanga_creative. “Io resto qui a Milano – Milano” trasforma Bande Nere in Burger King, in Disney, Gorla in Google e così via per tutti i di Milano. Geniale

Un’idea geniale quella di Marika Mangafà, art director freelance. Con il suo marchio I’m Mikamanga_creative e con la sua collega e amica Francesca ha creato Io resto qui: Milano-Milano. Un progetto creativo che abbiamo scovato in rete e di cui siamo dipendenti, che trasforma i quartieri di Milano in brand internazionali.

Ciao! Siamo Marìka e Francesca, una coppia creativa che, come tutti noi in questi giorni, è bloccata a casa a Milano-Milano. Per dare sostegno virtuale ai quartieri della nostra città – e sì, anche per passare il tempo –  ci siamo divertite a fare i loghi dei quartieri di Milano ispirandoci ai brand più famosi.


Ed è così che Inganni si fonde con il logo di Instagram creando uno straordinario effetto ottico. Ripamonti diventa Real Time; Città Studi si trasforma nel logo de Il Trono di Spade. Isola è Ikea, Nolo è Lego, San Babila, questa è tra le nostre preferite, diventa il noto brand di gomme americane Big Babol.

Il progetto che trasforma i quartieri di Milano è divertentissimo e vale la pena segnalarlo. È possibile scorrere, foto dopo foto, per trovare il proprio quartiere. Oppure, se dovesse mancare, è possibile segnalare la propria zona a Marika e Francesca per capire cosa s’inventeranno. Bravissime.

Per vedere il loro progetto, cliccare qui.

Leggi anche:

Giorgio Armani scrive una lettera aperta al mondo della moda
#Iostofresco: su IG gli chef rivelano i segreti degli ingredienti freschi