I primi sette progetti per migliorare i quartieri di Milano

Al via le donazioni dei milanesi per realizzare una serie di progetti di crowdfunding che migliorano la vita nei di

Una parete per l’arrampicata allestita sotto un ponte a Greco. Il vecchio che diventa un circolo aggregativo per famiglie in zona Isola. Un vero e proprio orto urbano condiviso nel cuore di Niguarda. Il primo ‘repair café’ alla Barona dove i cittadini possono portare oggetti da riparare. Sono alcuni tra i primi sette progetti, su un totale di 20 selezionati, per la seconda edizione del “Crowdfunding civico”. Al via la prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation per migliorare la vita dei quartieri di Milano.

L’iniziativa voluta dal Comune di Milano è realizzata in collaborazione con Produzioni dal basso e Ginger crowdfunding . Si vuole favorire lo sviluppo sociale ed economico della città. Partendo dal basso e coinvolgendo in prima persona i milanesi e le realtà del Terzo settore. Ridisegnare dunque spazi e servizi del proprio quartiere.

Tra i primi sette progetti a sottoporsi al giudizio dei milanesi troviamo

climBinG – L’arrampicata sotto i binari di Greco. Un’iniziativa per realizzare una parete di arrampicata libera e fruibile da tutti, che possa essere un punto di incontro intergenerazionale. Favorendo la passione per lo sport e la socializzazione.

ASILO BIANCO – Accurati contesti di crescita e socialità. Per i bambini e le famiglie che abitano nel quartiere di Rogoredo, proponendo risposte concrete ai bisogni di educazione, socialità e cura, tra cui asili nido e di psicoterapia.

Il verde in fondo al tunnel. Un progetto nato nel cuore di Niguarda. Qui si trova un orto che i cittadini possono coltivare direttamente e che durante lo scorso lockdown ha contribuito, grazie ai suoi prodotti, ad aiutare le persone maggiormente colpite dalla crisi. Ponendosi come un utile modello e strumento di coesione sociale.

LAB BARONA: collabora, scambia, condividi. Il primo repair café dove tutti i cittadini possono portare oggetti da riparare e riportare a nuova vita. Il repair café sarà anche luogo di incontro e socializzazione e un riferimento per diffondere la cultura del e del riuso.

Riporta Vittoria. Una comunità che rinasce. La musica che coinvolge i quartieri di Vittoria, Umbria e Molise con l’obiettivo di organizzare 8 laboratori musicali e di clowneria rivolti a tutti gli abitanti.

Diamo spazio alle famiglie nel . Un dismesso ristorante potrà trasformarsi in un circolo e luogo d’incontro per le famiglie, dove i genitori potranno anche lavorare accanto ai figli. All’interno del locale, infatti, sarà allestito uno spazio di coworking.

Giovannino Perdigiorno, va in Biblioteca. Un’installazione teatrale creativa, basata sulla poetica di Gianni Rodari che verrà attivata gratuitamente per 20 giornate in 13 biblioteche di quartiere della città.

Maggiori informazioni sul crowdfunding per lo sviluppo dei quartieri QUI.