Sciopero trasporti ATM Milano

Giovedì 28 novembre sciopero Milano proclamato da CUB trasporti

Resa ufficiale la notizia dello sciopero a Milano di giovedì 28 novembre. Il blocco dei mezzi di superficie e delle linee metropolitane è stato proclamato da CUB trasporti – Confederazione Unitaria di Base Trasporti

Ve lo avevamo anticipato, la comunicazione era apparsa già da tempo sul sito del Ministero dei Trasporti. Adesso è ufficiale. Giovedì 28 novembre si verifica infatti l’ennesimo sciopero a Milano. Il blocco dei mezzi di superficie e delle linee metropolitane in città è stato proclamato da CUB trasporti e la notizia è stata pubblicata anche sul sito dell’Azienda di Trasporti Milanese – ATM.

SECONDO SCIOPERO, 29 NOVEMBRE: QUI LE INFORMAZIONI


Le motivazioni dello sciopero

Si riportano le motivazioni che hanno spinto verso la decisione di questa ennesima giornata nera nella nostra città. “Contro la liberalizzazione e la privatizzazione del TPL milanese e dell’hinterland. Contro le gare di appalto dei servizi gestiti da Atm e per l’affidamento diretto in house dei servizi di TPL. Ancora, contro la quotazione in borsa e la vendita delle azioni del Gruppo Atm”.

Gli orari del blocco di giovedì 28 novembre a Milano

Per giovedì 28 novembre la Confederazione Unitaria di Base Trasporti (Cub Trasporti) ha proclamato uno sciopero di 24 ore dei lavoratori del Gruppo ATM S.p.A. L’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia dei mezzi di superficie sia delle quattro linee della metropolitana è prevista dunque a partire dalle ore 8.45 fino alle ore 15. Poi riprende di nuovo a partire dalle ore 18 e fino al termine del servizio della giornata.

Si prevede dunque un’altra giornata nera destinata a causare non pochi disagi soprattutto a chi utilizza quotidianamente gli autobus, i tram o linee metropolitane per recarsi al lavoro o per andare a scuola. Un blocco che, inevitabilmente, causa, a sua volta, ulteriori disagi e ingorghi nelle strade della città, danneggiando, dunque, anche chi abitualmente usa la macchina o è costretta a usarla per l’occasione.

Previsto un secondo sciopero generale di tutte le categorie per il 29 novembre: qui le informazioni