Festa del gatto 2020, come festeggiarla a Milano

Oggi, 17 febbraio, è la festa nazionale del gatto. Una giornata dedicata ai mici, spiriti liberi che amano l’indipendenza. Ecco come festeggiarla a Milano

Oggi è il 17 febbraio, la Giornata Internazionale del Gatto. Nata da un referendum nel 1990, la data scelta per la festa del gatto non è casuale ma frutto di una serie di molteplici riflessioni. A cominciare dall’accostamento delle due cifre, 1 e 7, come le vite dei gatti, una per sette volte. Febbraio poi, nel segno dell’acquario, rappresenta gli spiriti liberi e anticonformisti come quelli dei nostri mici, che non amano le regole.

A Milano ci sono più di 500 colonie feline. Sono composte da gruppi di mici più o meno numerosi, disseminate in tutte le aree cittadine e accudite da volontari ben organizzati che li assistono instancabilmente. Adottare un micino, per esempio, potrebbe essere un’idea da considerare proprio oggi, in occasione della festa del gatto. E non solo. Ecco alcuni spunti per tutti i gattari che stanno leggendo… e che passano da Milano.


Adottare un gatto del Parco canile di Milano

Nel Parco canile di Milano c’è un padiglione interamente adibito a gattile. Una struttura circondata da siepi e composta da locali separati e chiusi da grandi vetrate che rendono l’ambiente molto luminoso. Con tanto di spazio esterno, cucce, giochi, casette, tiragraffi e coperte.

Qui gli animali a quattro zampe senza padrone vengono curati in caso di malattie e sono in attesa di una famiglia che li adotti. In caso di interesse e per maggiori informazioni, ci si può rivolgere direttamente al Parco canile in via Aquila, 81 (accesso da via Corelli), tel 02 884 46310. Orari di apertura: dal mercoledì alla domenica, dalle ore 13 alle ore 17.

Un caffè “che fa le fusa” per la festa del gatto

Sono i cat-cafè, una moda che ormai ha contagiato, da qualche anno, anche Milano. In altre parole, si tratta di bar e locali pet-friendly in giro per la città, un modello che arriva dal Giappone. Si può prendere un caffè e riempire di coccole un gattino. I mici infatti “abitano” in questi locali e passeggiano o riposano in libertà. Fanno compagnia agli ospiti che si limitano a coccolarli, senza dare loro da mangiare o alzare troppo la voce. Uno di questi è il Crazy Cat Cafè, in via Napo Torriani 5, in zona . Ci siete mai stati?

Una pizza in mezzo a dodici gatti

La festa del gatto è una festa a tutti gli effetti e, in quanto tale, va festeggiata con una bella pizza. Per rimanere in tema felino, I 12 gatti in pizzeria è la location più azzeccata, con la sua terrazza con vista sui tetti della Galleria e di Milano (, esattamente sopra la Galleria Vittorio Emanuele).

Veniamo alla storia. C’era una volta una vecchina che abitava in uno dei sottotetti della Galleria. Era nota perché dava da mangiare ai gatti neri che girovagavano sui tetti. Il giorno in cui la vecchina, troppo sola e troppo anziana per continuare a vivere lassù in cima ha lasciato il sottotetto, i mici sono rimasti. Oggi, sui tetti della Galleria, vive una colonia di dodici mici tutti neri. Che fanno compagnia agli ospiti che percorrono i camminamenti per mangiare una buona pizza.