Duomo di Milano: aperto solo per la preghiera

In occasione del nuovo il resta aperto solo per la preghiera e per le celebrazioni ma sospende l’accesso turistico

Anche il Duomo di si adegua alle ultime disposizioni e quindi resta aperto solo per la preghiera e per le celebrazioni La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano comunica infatti la sospensione dell’accesso al Complesso Monumentale per i turisti a partire dal giorno 5 novembre 2020. Una decisione che arriva alla luce delle normative più recenti contenute nell’ultimo decreto.

Come stabilito in sintonia con il Capitolo Metropolitano e con l’Arcidiocesi di Milano, resta accessibile l’area riservata alla preghiera, secondo le modalità vigenti e ribadite proprio dal decreto, che non impongono, in questo caso, una totale chiusura. Aperto anche per le celebrazioni d’orario e per il Sacramento della Riconciliazione.

L’area riservata alla preghiera del Duomo di Milano è dunque aperta tutti i giorni. L’accesso dalla porta laterale del Duomo (lato Arcivescovado – transetto di San Giovanni Bono) si può effettuare tutti i giorni dalle 6.50 alle 8.30. Accesso dalla facciata (porta nord), tutti i giorni dalle 8 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30).

Si precisa che la validità dei biglietti acquistati e delle visite prenotate durante il periodo tra il 5 novembre e il 3 dicembre 2020 e stata prolungata fino al 30 giugno 2021. Per ogni ulteriore richiesta, è possibile contattare entro 30 giorni dalla data scelta per la visita il Servizio ai visitatori del Complesso Monumentale del Duomo di Milano inviando una e-mail all’indirizzo info@duomomilano.it.

Per maggiori informazioni consultare il sito a questo link.

Leggi anche:

Le misure del Sindaco di Milano
Alberghi per pazienti Covid a Milano
Tutti i provvedimenti validi a Milano e in Lombardia

Dove
Piazza Duomo Milano e Duomo di Milano
Il Duomo di Milano è la cattedrale conosciuta in tutto il mondo. La storia della Madonnina, delle numerosissime statue e alcune curiosità