Cinque profili Instagram su Milano da seguire

Sono originali, ci riempiono di informazioni utili, ci strappano qualche sana risata. Ecco cinque profili che raccontano e che non si possono non seguire!

Milano da scroccare

Tre studenti di Brera fuori sede si sono inventati una pagina web che segnala eventi gratis a Milano. Nobilitando lo scrocco. Tra i profili Instagram che raccontano Milano si deve per forza partire da loro, gli ideatori di Milano da Scrocco, pagina che spiega dove scroccare cosa nella nostra città. In due parole: una genialata. La guida più seguita da tutti i tartinari. Qui la nostra intervista.

 


Visualizza questo post su Instagram

 

Immaginate se ci fosse anche il free drink 😏 #milanodascrocco #scroccoergosum

Un post condiviso da Milano da Scrocco (@milanodascrocco) in data:

Profili su Instagram di Milano: la parola agli stronzi

Sì, sono stronzi, ma sono anche super divertenti. Ogni volta che scoviamo pagine IG interessanti sulla nostra città non possiamo fare a meno di segnalare gli Stronzi di Milano, sempre una nuova scoperta. Il profilo narra con acuto cinismo quel lato imbruttito ma non troppo a cui tutti, un po’ apparteniamo. Se la prendono con tutti e questo ci piace da morire. Li abbiamo intervistati.

Tra i profili Instagram anche Milano Pride

Ci ha tenuto compagnia in questa versione digitale del Pride, ma la pagina di Milano Pride su IG – così come su Facebook – è un arricchimento continuo. Tutto l’anno, non solo durante il mese dell’orgoglio LGBT+. Mostre, iniziative, trovate, happening, eventi. In questi giorni si racconta di Still Pride, progetto fotografico che racconta la storia lgbt+ di Milano attraverso i suoi personaggi.

Lasciarsi incantare da Milano Segreta

Ve ne abbiamo parlato qui. Come abbiamo fatto, non a caso, resta un segreto, ma abbiamo avuto il privilegio di incontrare la mente di Milano Segreta. “Il posto più bello di Milano è Il Monumentale. Quello più curioso senza dubbio La Cà Granda. Per la sua storia sopratutto. Chi avrebbe mai potuto immaginare un ospedale del genere già nel 1400? È la testimonianza che Milano è avanti in tutto già dall’antichità”. Parola di Angelo – qui la nostra intervista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La vecchia Milano che sorprende e meraviglia.

Un post condiviso da Milano Segreta Official®️ (@milano_segreta) in data:

E va beh, dai…

Ci siamo anche noi. Ci scuserete l’intrusione, ma il nostro profilo è sempre più seguito e per ringraziarvi di tanto affetto cerchiamo di raccontarvi Milano attraverso le parole dei suoi personaggi. Un modo per scoprire la nostra città attraverso la testimonianza di chi ha lasciato un segno. Fateci sapere le vostre pagine preferite a redazione@milanodabere.it!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Pochi giorni fa, il 21 marzo scorso, primo giorno di primavera, #AldaMerini avrebbe compiuto 89 anni. Una donna simbolo di #Milano e delle poesia, che ha fatto della sua vita un’opera d’arte. Una ‘Piccola ape furibonda’, una poetessa pungente, scrittrice e aforista che i suoi #Navigli, così come tutta Milano, non hanno mai dimenticato. Così come indimenticabili sono i suoi insegnamenti: “Le persone capitano per caso nella nostra vita, ma non a caso – scriveva. Spesso ci riempiono la vita di insegnamenti. A volte ci fanno volare in alto, altre ci schiantano a terra insegnandoci il dolore… donandoci tutto, portandosi via il tutto, lasciandoci niente”. Vogliamo ricordarla, in questo periodo così particolare, con una poesia che scrisse per la nostra città. ‘Per Milano’, appunto. Non è che dalle cuspidi amorose/ crescano i mutamenti della carne, Milano benedetta/ Donna altera e sanguigna/ con due mammelle amorose/ pronte a sfamare i popoli del mondo, Milano dagli irti colli/ che ha veduto qui/ crescere il mio amore/ che ora è defunto. Milano dai vorticosi pensieri/ dove le mille allegrie/ muoiono piangenti sul #Naviglio. . . . . . . #citazioni #frasedelgiorno #poesia #aldamerini #aldamerinipoesia #aldameriniquotes #cit #poesiemilanesi #naviglimilano

Un post condiviso da Milanodabere.it (@milanodabere_it) in data: