Ciclabile Corso Buenos Aires: continuano le vostre opinioni

Ma dove vai bellezza in bicicletta… lungo l’asse viale Monza – , uno dei punti più strategici della città. Nella strada principale, centro nevralgico per lo shopping e gli uffici, la pista ciclabile ha completamente rivoluzionato la viabilità. La ciclabile di Buenos Aires non è l’unica a Milano a suscitare il malcontento di molti automobilisti. Sono ragioni fondate? Oppure è solo questione di abitudine? Noi di Milanodabere.it continuiamo a raccogliere i vostri punti di vista sulla strada che percorriamo tutti i giorni per andare in redazione. Continuate a scriverci cosa ne pensate a redazione@milanodabere.it

Non c’è pace per la pista ciclabile di Buenos Aires. E come questa, chissà quante altre a Milano. A tale proposito: la strada che percorrete tutti i giorni in città ha cambiato la sua viabilità per favorire la mobilità dolce? Questo cambiamento provoca particolari disagi? Fateci sapere la vostra a redazione@milandabere.it.

Dopo avervi raccontato della nostra esperienza personale, in merito alla ciclabile di Corso Buenos Aires – a questo link -, abbiamo ricevuto in redazione molte mail: i vostri primi riscontri, per la maggior parte in disaccordo con il cambiamento, li trovate qui. C’è stato anche chi, però, è totalmente a favore. Martina, una nostra lettrice, sostiene: “Le piste ciclabili sono una realtà collaudata in molte città d’Europa e il fatto che anche Milano, approfittando della situazione, si stia adattando è solo un buon segno. Semplicemente non siamo abituati. Dovremmo usare tutti, di più, la bicicletta e allora quella via centrale diventerebbe piacevole da percorrere, senza tutte le polemiche. Magari con qualche albero in più al posto di quei posteggi messi un po’ a caso, in centro“.


Non tutti però sono della stessa opinione. Ecco una serie di altre risposte, dei nostri lettori, che ci sono arrivare.

L’idea delle piste ciclabili è buona ma penso che si sarebbero dovute fare in vie meno trafficate. Ad esempio in via Morgagni, in zona Buenos Aires, aumenta l’inquinamento perché le auto rimangono a lungo in coda. Inoltre in inverno non si usa la bici e l’intasamento per pioggia e maltempo aumenta…” (Nadia).

“La pista ciclabile in corso Bueno Aires? Pessima. Nella zona ci sono buche, anche profonde, che mettono a rischio i motociclisti e i ciclisti. Si peggiora di molto la viabilità, con ciclisti e utilizzatori di monopattino indisciplinati. Sfrecciano ovunque, anche sui marciapiedi e tagliano la strada alle auto, mettendo a rischio la salute e la vita di tutti. Una misura intempestiva, non ponderata e del tutto inopportuna e ciò vale non solo per Corso Buenos Aires” (Claudia).

Patrizia ci scrive: “Personalmente sono felicissima di questa nuova forma di rispetto per l’ambiente ma secondo me è pericolosa per i ciclisti. Chi parcheggia l’auto difficilmente guarda prima di scendere e rischia di prenderti in pieno! Preferisco di gran lunga affrontare le occhiatacce degli altri ciclisti e prenderla contromano. Direzione, per i ciclisti, che suggerisco all’amministrazione comunale di valutare seriamente!“.

Inadatta a corso Buenos Aires. Troppo penalizzante per negozi ed automobilisti” sostiene Clarissa. La pensate così anche voi? L’iniziativa non potrebbe invece portare dei vantaggi, con una maggiore mobilità dolce, quindi meno inquinante, lungo le strade principali della nostra città? Aspettiamo i vostri punti di vista.

I problemi della pista ciclabile di Corso Buenos Aires QUI
Le vostre opinioni QUI