Che ne sai tu di Pride? Il sondaggio

Che ne sai tu di Pride? è il sondaggio di StubHub che marcia con l’onda arcobaleno a caccia delle icone del movimento e delle canzoni più emblematiche. Le risposte in vista di Milano Pride 2019

Manca pochissimo a Milano Pride 2019 e alla tradizionale Parata arcobaleno per le strade di Milano, per celebrare l’orgoglio LGBT+. Un entusiasmo che ha contagiato anche StubHub, marketplace online di biglietti per eventi, che ha promosso un sondaggio per scoprire quanto siamo ferrati sulla manifestazione più inclusiva dell’anno. La storia del Pride, la playlist perfetta per la parata, gli eventi e i concerti a cui non possiamo mancare al grido di #LaPrimaVoltaFuRivolta.

Prima domanda: cosa significa per te?

Tutti parlano di Pride, ma che cosa significa davvero? Secondo i dati raccolti, per il 66% è sinonimo di manifestazione contro ogni forma di discriminazione. Per il 30% vuol dire “essere fieri di ciò che si è”. La città eletta come simbolo è New York (35% dei voti), dove nel 1969 i moti di Stonewall hanno dato il via al movimento di liberazione gay. Seguono Londra (20%) e Milano (16%).


Musica, sì, ma quale? Icona, sì, ma chi?

La musica, poi, non può di certo mancare nelle manifestazioni rainbow. Ecco che allora la stessa piattaforma pubblica una serie di sorprese. In occasione della Pride Parade, la maggior parte degli intervistati ha messo, tra le preferenze, delle icone come Madonna e Cher tra le ultime posizioni. La canzone mai più senza della sfilata LGBT+ sembra dunque essere YMCA, grande classico dei Village People (scelta dal 45%). Segue Don’t stop me now dei Queen (22%), Born this way di Lady Gaga (11%), I will survive di Gloria Gaynor (7%) e così via. StubHub ha voluto sapere anche, dai suoi intervistati, in occasione del Pride, chi meriterebbe la corona di icona LGBT. A salire sul trono è stato Freddie Mercury (57%), poi Lady Gaga (40%) e Sir Elton John (32%).

Vado al Pride, sì, ma con chi?

In occasione di Milano Pride 2019 noi di Milanodabere.it abbiamo chiesto ai nostri lettori se parteciperanno alla parata e perché (qui le vostre risposte e qui la seconda parte delle vostre idee). La piattaforma che si è occupata del sondaggio in oggetto, a questo punto, calza a pennello. Per quanto riguarda la “compagnia giusta” per partecipare, il 46% ha risposto la vicina di casa bigotta (per aprirle gli occhi, o per togliersela definitivamente dai piedi?), il nonno progressista (17%), a cui non importa chi ami, l’importante è che tu abbia mangiato, il fidanzato omofobo (16%), metodo un po’ drastico per fargli cambiare idea.

Ancora, gli accessori. Già sbandierata dal nostro sindaco Beppe Sala, nei suoi calzini, la bandiera arcobaleno è il primo accessorio irrinunciabile della Parata del Pride, scelto da quasi l’80% degli intervistati. Una menzione d’onore per il boa di piume, che secondo il 13% va sempre di moda. Staremo a vedere!

Milanodabere.it seguirà la Milano Pride Week 2019 in sella a una bicicletta elettrica Brinke: continua a seguirci!

Scopri anche:
Milano Pride 2019, tutte le informazioni utili
La fiaccolata, il monumento e tutti gli aggiornamenti sulla settimana LGBT+ a Milano
Se andrò alla Parata del Pride? Certo che sì
Milano Pride, le voci di chi sarà presente alla Parata