Bosco Verticale: un’icona nel mondo

Il Bosco Verticale nella lista dei 50 grattacieli più iconici del mondo degli ultimi 50 anni. Il riconoscimento dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat. Lo stesso che, nel 2015, lo ha selezionato come lo skyscraper più bello al mondo. Nell’area di Porta Nuova, ideato e progettato da Boeri Studio, è il caposaldo dello sviluppo sostenibile di Milano

Mi capita spesso di passeggiare nei pressi del quartiere Isola. Mi guardo intorno e penso tra me e me a quanto la zona sia sorprendentemente migliorata negli ultimi anni. Gae Aulenti, il parco e i nuovi locali sono il corollario di uno scorcio di Milano che attira migliaia di persone. Tra queste novità balza immediatamente all’occhio il blasonato Bosco Verticale. Il grattacielo meneghino raggiunge, nel mese di ottobre, un altro prestigioso riconoscimento. Il Council on Tall Buildings and Urban Habitat lo inserisce nella lista dei 50 grandi edifici più iconici degli ultimi 50 anni. Un modello per i progetti futuri all’insegna dello sviluppo sostenibile.

Un premio alla sperimentazione e un modello di sostenibilità

Si esprime con queste parole l’architetto Stefano Boeri. Con il suo Boeri Studio ha ideato e progettato il Bosco Verticale. “Questo riconoscimento è prima di tutto un premio alla sperimentazione in architettura. In secondo luogo è un premio all’idea che la natura vivente possa diventare in futuro una componente essenziale dell’architettura e le foreste una componente essenziale delle nostre città”.  Lo segue a ruota Manfredi Catella, fondatore e Amministratore Delegato di COIMA SGR. Società che ha realizzato e gestisce il grattacielo. “Ancora una volta quello che è diventato ormai un simbolo e un modello di sostenibilità ed eccellenza nel mondo riceve un premio internazionale. Questo ulteriore riconoscimento a Porta Nuova e al Bosco Verticale riafferma la reputazione dell’architettura italiana nel mondo. Tutto ciò attraverso progetti innovativi che comprendono nuove sfide del costruire in tema di sostenibilità” .


Il Bosco Verticale è situato in Porta Nuova. Comprende due torri verdi che si affacciano sulla Biblioteca degli Alberi. È tra gli edifici alti che più hanno contribuito a portare valore al proprio territorio e alla propria comunità urbana. Esempio inoltre per la progettazione di altri edifici che hanno l’intenzione di integrare l’elemento vegetale nella loro struttura.

Motivo di orgoglio per la capitale lombarda. Il Bosco Verticale è solo uno dei recenti progetti di riqualificazione della città. Ancora una volta il mondo riconosce l’eccellenza italiana.

Scoprite QUI il nostro canale LIFESTYLE