Estate in Toscana

Bonus vacanze da 500 euro, cos’è e come funziona

Una misura introdotta nell’ultimo rilancio corrisponderebbe a un bonus vacanze per le famiglie, sfruttabile a partire da luglio e pensato, anche, per incentivare il turismo in Italia

Fa già discutere il bonus vacanze introdotto dal decreto Rilancio secondo cui le famiglie con un reddito medio e basso possono avere agevolazioni proprio per andare in vacanza. Di cosa si tratterebbe? Il bonus è un contributo pensato per le famiglie e che corrisponde a un valore che può raggiungere i 500 euro. Si tratta di un buono per le spese sostenute per soggiorni in Italia presso alberghi, campeggi, villaggi, bed & breakfast.

Al bonus vacanze accederebbero le famiglie con un reddito Isee fino a 40 mila euro, che varia a seconda del numero di persone presenti all’interno della famiglia. Vale a dire, 500 euro per le famiglie composte da 3 o più soggetti, 300 per le famiglie di due persone e 150 per le famiglie mononucleari, quindi composte da una sola persona.


Quando potrà essere speso? Il contributo potrà essere speso dal primo luglio e fino al 31 dicembre 2020. Come funziona? L’80% sarà uno sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura, quindi un vero e proprio sconto che le famiglie ricevono direttamente da parte della struttura turistica presso cui si soggiorna. Il restante 20% corrisponderebbe a una detrazione dall’imposta sul reddito. Quindi può essere portato in dichiarazione dei redditi come detrazione fiscale.

La protesta di piattaforme e portali

Il bonus vacanze non è percepito tramite i pagamenti che avvengono attraverso piattaforme e portali telematici pensati per le vacanze. Dunque, se si prenota su Booking o su Airbnb o simili, il bonus vacanze non ci sarà. Ecco perché Giacomo Trovato, Country Manager proprio di Airbnb Italy and South East Europe, in audizione in commissione Industria al Senato si è così espresso: “Auspichiamo che l’esclusione delle piattaforme dalla misura possa essere eliminata (…) la distribuzione di voucher vacanza alle famiglie da utilizzare in tutte le strutture ricettive ed alloggi ad uso turistico, sarebbe una misura più semplice“.

Qui la conferenza del Ministro dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo Franceschini per illustrare le misure per turismo e cultura contenute nel decreto.

Leggi anche:

Le linee guide dei ristoranti in Fase 2
Come funziona il bonus bicicletta
Scopri l’iniziativa ‘Milano ti ascolta’