A New York, la colazione è da Tiffany

A New York, Tiffany apre il suo caffè-ristorante. “Io vado pazza per Tiffany…specie in quei giorni in cui mi prendono le paturnie”. Per Holly Golightly la lussuosa gioielleria sulla Fifth Avenue era un luogo speciale, un vero e proprio rifugio dove andare per tirarsi su di morale.

Audrey Hepburn in

Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”

Oggi la protagonista di “Colazione da Tiffany”, il film con Audrey Hepburn più amato di tutti i tempi, tratto dall’opera letteraria omonima di Truman Capote, potrebbe entrare nella boutique più famosa di Manhattan non solo per ammirarne i gioielli ma anche per “tirarsi su” facendo letteralmente colazione, seduta al tavolo della caffetteria dello store.

Per tutte le romantiche sognatrici e fashion addict alla Holly, Tiffany ha infatti aperto all’interno della sua famosissima gioielleria sulla Quinta Strada un caffé-ristorante in stile, anzi in tinta con il classico light-blue che caratterizza il marchio e che da oggi distingue anche piatti, poltrone e pareti.

Il Blue Box Cafe di Tiffany, New York

Il Blue Box Cafe di Tiffany, New York

La caffetteria si chiama infatti Blue Box Café, in omaggio alle celebri scatole azzurrine in cui vengono confezionati i preziosi del marchio. Offre un’esperienza esclusiva tipicamente Tiffany: dal caffè e croissant al sandwich C.L.T., dal nome del fondatore Charles Lewis Tiffany, dal classico bagel con salmone affumicato e uova tartufate alle insalate con aragosta e avocado. Il tutto in un luogo davvero speciale, con vista sulla Strada dello shopping più famosa del mondo.

Il nuovo hot spot newyorkese vuole offrire un’esperienza di lusso moderno, rivolgendosi anche al pubblico delle generazioni più giovani e di Millennials, d’accordo con Holly nel pensare: “Se io trovassi un posto a questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany…”.

© Copyright Milanodabere.it – Tutti i diritti riservati