open-air-cinema-experience-05143419

Voglia di stare all’aria aperta: l’aperitivo esce allo scoperto

Con il caldo cresce la voglia di aperitivo ‘on air’. Ecco cinque posti dove trascorrere un piacevole pre dinner

L’aperitivo all’aria aperta è un must per i milanesi. Anche perché il caldo umido quando decide di avvolgere Milano, non concede tregua e rende fastidioso starsene chiusi in casa. Niente di meglio, quindi, che uscire e andarsene in giro per la città alla ricerca, perché no, di un happy hour ‘en plein air’. A bassa o ad alta quota, a voi la scelta, tra terrazze e simpatici cortili esterni, tra giardini o a bordo piscina: l’importante è stare ‘fuori’, sorseggiare un drink aspettando il calare della sera e scambiare quattro chiacchere in compagnia di amici. Qui di seguito qualche posto consigliato.

Casa Corona (Via Maroncelli 14)

Il celebre marchio di birra, quella agrumata che ha spaccato in due il mondo dei beer lover, tra chi ne va pazzo e chi la detesta, ha deciso di fare contenti tutti e allestire uno spazio all’aperto ‘unconventional’. Tra aperitivi gourmet e corsi di yoga e di miscelazione se vi incuriosisce il mondo dei cocktail, dal 29 maggio al 26 giugno apre le porte questa struttura esterna multifunzionale. Target: hipster, ma poi nemmeno così tanto.

casa corona 2
Numerose le attività che ameranno la location allestita dal brand di birra: dallo yoga alla mixability, fino allo skatesurf

Surfer’s Den (Piazza Caduti del Lavoro 5)

Il giardino dei cocktail e delle botaniche. Il cicerone Yuri Gelmini è uno di quei bartender che sanno stupire i clienti. Affabile, ma soprattutto alchimista, dal suo shaker escono spesso e volentieri ottimi drink che vi accompagnano in tutta leggerezza verso la cena. Target: per chi nella testa ronza l’idea di trascorrere un’estate nella west coast statunitense.

Un cocktail nel giardino esterno del Surfer’s Den per sognare la California

55 MIlano (Via Piero della Francesca 55a)

Ex Roialto, la terrazza che vanta il primato di essere la più alta della città si appropria di quel tono albionico e un po’ reale che fa tanto brit-chic (il posto ama farsi chiamare fifty five…). In ogni caso l’aperitivo è apolide, studia ricette internazionali e, di volta in volta, le propone a un pubblico tendenzialmente fighetto, ma che salito sulla rooftop (terrazza, appunto) si slaccia il nodo della cravatta. Target: per chi indossa la camicia bianca e non teme di macchiarla con uno spritz.

La terrazza che ‘domina Milan’ è anche un aperitivo apolide e internazionale

Six (Via Scaldasole 7)

È stato uno dei locali più sfiziosi aperti a ridosso della scorsa estate e, dunque, ora si prepara ad affrontare la prova del nove, essendo strutturato all’estero. La location, dopo un autunno e un inverno di rodaggio, potrebbe davvero rivelarsi l’aperitivo sorpresa dei mesi caldi milanesi. Un angolo di Milano che riaffiora quella parte di cortili interni che della città sono sempre stati un assoluto vanto. Il tutto per un drink lontano dai rumori. Cosa volete di più? Target: per bohèmien e nostalgici di una Milano che, cercandola, ricompare in tutto il suo splendore.

six cortile
Da Six anche il cortile sterno rivendica il suo aperitivo: silenzioso e rilassante

Bagni Misteriosi (Via Carlo Botta 18)

I ricordi si sprecano per questo posto che ha firmato l’aperitivo milanese di varie generazioni. Cambiando di volta in volta il nome, l’elemento centrale, ovvero la piscina, è rimasto tale e quale. Quindi a bordo vasca, in quello che all’origine negli anni 30 si chiamava Centro Balneare Caimi, sorseggiare un drink ricorda che l’estate sta iniziando. E finendo, quando a settembre ci si ritroverà per il rituale classico del racconto delle rispettive vacanze. Comunque sia i menu sono di vario genere, assecondando gusti diversi (esiste anche l’happy hour vegetariano), così come tutte le età, con proposte gastronomiche per adulti e pure per bambini. Target: per chi, drink alla mano, adora tenere i piedi a mollo.

Ai Bagni Misteriosi l’happy hour a bordo piscina è per tutte le età e gusti