san valentino

San Valentino al ristorante: proposte per una cena passionale

Manca poco a San Valentino (14 febbraio). Per la coppia che opta per la cena al ristorante ecco alcuni indirizzi con menu e relativo prezzo

Il 14 febbraio coincide con il fatidico San Valentino. Il giorno dell’anno più inviso ai single, ma (forse) più atteso dagli accoppiati, è oramai alle porte. Una serata in compagnia del proprio partner non guasta mai. A Milano sono numerosi i ristoranti che, sparecchiato la tavola dopo i bagordi di Natale e Capodanno, si sono attrezzati per non deludere le aspettative degli innamorati. Mossa furba ovviamente, anche perché molti piatti sicuramente gourmet sono anche astutamente realizzati con qualche ingrediente (come narrano le leggende) dalla reputazione afrodisiaca. Un boccone tira l’altro per infiammare la passione? Ognuno darà il suo giudizio, ma solo dopo il dessert finale. O meglio, il giudizio lo esprimerà la propria dolce metà.

V Piano, l’eleganza dell’attico come prova di amore

I sentimenti volano alti al V Piano, il ristorante situato sull’attico del Grand Visconti Palace che per la notte di San Valentino ha predisposto un menu in classico stile marino. Ad accogliere i clienti lo chef dell’albergo ha pensato a una portata di tonno crudo e melone affumicato. Il primo piatto che segue è, invece, una zuppetta di cozze e linguine all’anice, mentre il secondo è all’insegna dell’innovazione culinaria andando ad immergere il filetto di rombo nel gewürztraminer circondato da petali rosa. Un dolce trittico goloso conclude la cena con un semifreddo croccante di pistacchio, lamponi e meringa allo zafferano. Costo a coppia: 150 euro, con abbinamento vini.


V Piano
V Piano

Orma Bruna, sapori e sentimenti del Centro Italia

Da Orma Bruna la cena del 14 febbraio è un tour gastronomico assaggiando tipicità abruzzesi e marchigiane. Ai fornelli lo chef Achille Esposito che darà il benvenuto agli innamorati con un duplice freccia di Cupido rappresentata da due amuse bouche: una montanara con pomodoro e acciughe e un’ostrica con mela verde e innaffiata di Prosecco. Il percorso contempla poi l’arrivo al tavolo del carciofo alla romana che combina cacio abruzzese e crudo di gambero rosso. Spazio poi allo spaghetto che si sposa con moscardini, crema di patate alla cenere e paprika. A seguire: sgombro scottato con purea di mela rosa del Piceno e cavolo cappuccio all’aceto di lampone. Il sipario cala con il dessert che prevede Pesche Dolci, due semisfere all’alchermes con zucchero e crema pasticcera. In aggiunta, giusto precisarlo, porzioni di pop corn caramellati… per rievocare il cinema che spesso è sinonimo di primi baci. Il tutto a un costo di 80 euro a coppia, aggiunta di 10 euro per due calici e 15 euro se di vini da degustare se ne scelgono tre.

Spaghetto

Valhalla, l’amore al tempo dei vichinghi

Amarsi in salsa vichinga è possibile prenotando un tavolo da Valhalla, dove ogni portata fa riferimento a una divinità nordica. L’oste del locale metterà subito a proprio agio la coppia servendo loro Odino, un antipasto di tartare di cervo, cipolla rossa agrodolce e spuma di pane al pino, per poi procedere in direzione di Askr, primo piatto di filetto di vitello cotto alla brace con sbrise e topinambur arrosto. Piccola pausa, per poi avviarsi verso il gran finale con Freya, dolce ricetta che si compone da un red velvet con mousse al cioccolato piccante, gelato al mascarpone, glassa e crunch di lamponi. Scontrino finale da 135 euro a coppia, compreso di calice di Prosecco di benvenuto e un boccale di birra aritigianale da 0,65 cl a testa o, in alternativa, due bicchieri di vino da scegliere à la carte.

Red Velvet

Ristorante Armani, per San Valentino una romantica sfilata del gusto

Ricco menu presso il Ristorante Armani di proprietà del noto stilista milanese. La collezione di piatti per la serata più romantica dell’anno strizza l’occhi all’oriental food e si apre con un poker di antipasti: macarons al Campari, mini falafel di piselli e ceci (con babaganoush e gel di peperone), una cialda di alga wakame, ostrica cremosa e salicornia (asparago di mare), e a completare un tacos croccante farcito di spuma di avocado, lime e riso furikake. Il primo è un tacos di mare a base di ventresca di tonno rosso, riso, uova strapazzate, ricci di mare e nasci (pera). Chi dice amore dice nuovamente ostrica e il ristorante ne propone una versione con patata di montagna affumicata, porro dolce e caviale. È, invece, il fois gras che insaporisce la pasta insieme a tartufo nero, topinambur, burro nocciola e vaniglia Bourbon, con a seguire un secondo piatto di vitello cotto nel fieno, astice, burrata, orzo mantecato, sherry. Ultimo piatto in passerella è il dolce  di cioccolato Ivore, rhum, liquirizia e frutto della passione. Costo della cena per la coppia: 300 euro, bevande escluse.

Ristorante Armani
Ristorante Armani

Al Gallia è percorso a due: antipasti al bar, le altre portate al tavolo del ristorante

I fratelli Lebano hanno ideato un menu sfizioso per San Valentino. La coppia di innamorati che si presenterà presso il ristorante dell’Hotel Gallia sosterà inizialmente nell’area bar della terrazza che si affaccia sulla Stazione Centrale, iniziando a degustare quattro entrée: il cannoncino croccante con buratta e limone, un rocher di foiegras con nocciolo e Porto rosso, una barbabietola soffiata con uova salmone e crema acida, mentre completa la proposta pre dinner un’ostrica e lamponi. Spostandosi al ristorante, i due partner siederanno al tavolo e saranno accolti con un primo piatto di ricciola marinata alle erbe, caviale asetra e mandarino. Subito dopo, a deliziare il palato sarà un risotto cucinato con granchio, tè matcha e yuzu. La spigola che segue, invece, sarà abbinata alla zuppa di bouillabaisse e zafferano. Il finale di cena prevede l’accoppiata menta e cioccolato, per poi assaporare una millefoglie alla vaniglia con frutto della passione e caramello salato. Costo totale: 320 euro a coppia, vini esclusi.

Poker di antipasti

Trovare al Punto G il sapore dell’amore

Chiamarsi Punto G e proporre un menu ‘in love’ è di per sé una notizia romantica. Con piacere (ovviamente), elenchiamo le proposte che il ristorante monzese ha pensato per San Valentino. A ogni piatto un nome evocativo. Inizio con i ‘preliminari’: Colpo di Fulmine è un amuse bouche, mentre con l’Incontro Croccante si addenta un toast del Tigullio con tanto di alici. Si entra nel passionale con Legati dallo Spago, nome scelto per il primo piatto di spaghetto con ricci e bottarga. Si furoreggia poi con Il Mare d’Amore, ricciola cotta al forno in crosta di olive taggiasche, pomodorini del Vesuvio e patate confit. Ci si indirizza poi verso il Dolce Peccato, torta calda al cioccolato fondente e frutti rossi. Senza dimenticarsi di un’ulteriore gradevole sensazione con le Coccole Finali con una selezione di piccola pasticceria del posto. Il Punto G in versione cena romantica si scopre al prezzo di 160 euro a coppia, con vini inclusi (130 senza invece i calici).

Punto G
Punto G

Da Mi View per San Valentino la coppia è dolce e salata

Presso il ristorante più alto di Milano (leggi qui) il menu romantico di San Valentino lo firma il resident chef Cristian Spagnoli. Il suo è una composizione di piatti che uniscono sapori dolci e salati, facendo leva su materie prime artigianali. L’entrata è a base di scampi, mango e cioccolato fondente. Un modo per mettere subito a proprio la coppia che potrà successivamente degustare un risotto di gamberi, vaniglia e peperoncino. Mantenendo l’equilibrato gioco di sapori anche contrastanti tra loro, il cuoco del Mi View punta a catturare il palato dei commensali con una ricette di halibut cotto a bassa temperatura, cetrioli di mare e purea di peperoni al latte di cocco. Il dessert, invece, è un cuore di cioccolato fondente che schiude una bavarese al passion fruit. Costo della cena: 140 euro a coppia (vini esclusi).

Mi view
Mi View

Sine, l’orario del menu romantico segna Mezzogiorno

Guarda ai sapori e tipici profumi del Meridione il menu che lo chef Roberto di Pinto propone nel suo ristorante Sine per la serata più romantica dell’anno. Si parte con una duplice composizione per un allegro e saporito benvenuto:un ensemble con capesante scottate, sedano rapa, limone e tartufo nero, a cui si affianca in successione quella di tartare di Fassona, panella siciliana, maionese ai capperi e lenticchie di Beluga. Il primo piatto è un doc napoletano con il ragù genovese che sposa i plin di piemontese discendenza. insaporiti dalla presenza di formaggio provolone del Monaco, su fondo d’arrosto con nocciole tostate. Altro piatto importante della cena è il rombo, cardoncelli e zabaione d’ostrica. Lo chef ha poi ideato il panachè di birra Capri e cedro, giocando d’anticipo sul dessert che, invece, entra in scena più tardi con un bis da condividere con il partner: Eruzione di limone e Flipper al cioccolato. Menu proposto al costo di 150 euro per ogni singola coppia, bevande escluse.

Sine
Capesante, sedano, rapa, limone e tartufo (credit Liana Solis)

Ristorante Berton, per gli innamorati un elogio del sapore 

Une cena sentimentale, con piatti che intrecciano in maniera equilibrata stile classico e moderno. Con questo sottile gioco di sapori lo chef stellato Andrea Berton ha strutturato per la sera del 14 febbraio un menu stuzzicante e ricco di fantasia. L’esordio prevede un tris di ricette finger composto da rosa di Gorizia, yogurt al rafano e selezionato caviale. Lo step successivo è la molecola con puntarelle e limone. Fa il suo ingresso a seguire il primo piatto rappresentato da lasagne di crostacei, per poi richiamare nuovamente la squisitezza del salmone questa volta condito da carota e maionese di lamponi. Esalta l’aspetto organolettico anche la seconda ricetta portante che lo chef veneto ha realizzato con alla base della quaglia arrosto insaporita con mais, mole al sesamo e platano. A chiudere, il frutto della passione con vaniglia he viene portato al tavolo poco prima del soufflé al cioccolato e gelato al fior di latte. Cena proposta al costo di 330 euro a coppia, senza includere le bevande.

Ristorante Berton
Ristorante Berton (credit Marco Scarpa)

Da Particolare il romanticismo di una cena al tavolo vola tra terra e mare

Si svolgerà all’interno del giardino d’inverno da poco inaugurata la cena romantica prevista dal ristorante Particolare. Un menu degustazione che ondeggia tra terra e mare e che si apre con un’ostrica condita al bloody mary, prima di assaporare la battuta di Fassona piemontese accompagnata da caviale, patata viola e sedano croccante. Segue un grande classico leggermente rivisitato, ovvero il polpo tre cotture abbinato come tradizione a una vellutata di ceci e con special guest passion fruit e pomodorini confit. Il risotto non manca all’appello e abbraccerà la ricetta che prevede l’accostamento al crudo di gambero rosso, pesto in polvere e creme fraiche. Virata poi verso Oriente con il Tataki di tonno insaporito da salsa all’ arancia, puntarelle e senape in grani. I piatti portanti si concludono con il petto di anatra ai coulis di lamponi, cicoria e maldon. Il sipario della cena di san valentino cala subito dopo avere portato in tavola la mezza sfera al cioccolato, accompagnata da crumble alle mandorle e frutti di bosco.

Polpo tre cotture con vellutata di ceci, passion fruit e pomodorini confit

Wicky’s, il nippo romanticismo arriva in tavola

Il Sol Levante e i suoi sapori scalda il cuore della coppia che decide di recarsi il 14 febbraio presso il ristorante Wicky’s. Qui gli innamorati seduti al tavolo degusteranno un antipasto di tonno rosso con alghe iwanori, a cui si abbina poco dopo dell’hamaki al profumo di Sakura. I cappellini giapponesi sono invece il primo piatto pensato dallo chef Wicky Pryan, mentre il sushi, cucinato in stile edomae, fa la sua comparsa a seguire. Si rimane sul pesce con la portata successiva con il black cod, mentre il ritorno sui sapori di terra si ha con il maialino che anticipa il finale a base di dolce al matcha. Costo: 240 euro a coppia, bevande escluse.

Wicky's
Wicky’s Cuisine Restaurant

Piazza Roma Pace, duplice menu d’amore alla romana

Rinato poco prima dell’estate con una nuova veste e menu allineati a ricette culinarie moderne, lo storico ristorante Pace ha anche mutato il suo nome in Piazza Roma. Da qui la proposta di una cucina romana che amalgama stile classico a visione innovativa. Per la serata di San Valentino il locale ha preparato due menu. Per gli amanti dell’ittico, si parte con una entreè a sorpresa con finger food di mare e un cavolo cappuccio cotto con tempura di gamberi in saor. Si procede poi con un risotto di scampi e agrumi con stracciatella, tonnarelli alle vongole e bottarga di tonno, per poi dirigersi verso i secondi piatti che prevedono un filetto di orata in crosta di mandorle e pistacchi su crema di zucchine e menta fresca, con una portata in aggiunta rappresentata da un fritto di pescato, crostacei e ortaggi. Il dessert è una ricetta di fragole al cioccolato. Ils secondo menu, invece, guarda alla terra e dopo un antipasto di carne, a cuis segue un fiore di zucca fritto con filante al formaggio e prosciutto, alla coppia sarà servito un piatto di lasagne farcite al radicchio di Treviso e tonnarelli con crema di ricotta, carciofi e guanciale. I secondi, dal canto loro, si compongono di un filetto di manzo con salsa di mirtilli e di un roast beef con olio al rosmarino e pomodorini confit. Il dolce è lo stesso previsto per il menu marino. Costo della cena: 90 euro a coppia.

Pace Piazza Roma
Pace Piazza Roma