Birrificio Angelo Poretti

Ritorno alle origini, il progetto sulla bellezza dei mestieri

Il Birrificio Angelo Poretti ha presentato a Milano la nuova nata con un progetto social sull’artigianalità

In occasione del lancio della nuova birra 3 Luppoli Non Filtrata, Birrificio Angelo Poretti del gruppo Carlsberg dal 2002, ha lanciato il progetto social per la valorizzazione di antichi mestieri che ancora oggi vengono “fatti come una volta”. #RitornoalleOrigini ha coinvolto nella serata del 13 maggio a Milano sette igers-artigiani che hanno raccontato l’arte di saper fare in una location suggestiva nel cuore del quartiere Isola, la Fonderia Napoleonica Eugenia. Dal mastro birraio al barbiere all’orafo, fino al liutaio le figure coinvolte hanno mostrato sette diverse realtà artigiane in differenti città italiane.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Sette igers per omaggiare la nuova nata di casa Poretti

Ecco i nomi degli artigiani star del web coinvolti in questa coinvolgente performance: Roberta Mazzone (_lagiuditta), mastra birraia, Gianmarco Torbi (@disarmonico), di una storica barberia romana, Nicola Carmignani (@nicolacarmignani), orafo milanese, Elisabetta Rossi (@labettarossa) che racconterà il lavoro di una grande fornace di Murano, Marika Marangella (@marikamarangella), che illustrerà le sapienti lavorazioni di una antica cappelleria di Bologna, Davide Mollica (@il_mastromatto), che realizza ombrelli fatti a mano e infine Gionata Smerghetto (@gionata_s), maestro liutaio di Cremona. Sui loro profili e su quello del Birrificio Angelo Poretti tutti le stories da vedere!

Poretti celebra le origini e il Made in Italy su Istagram

Obiettivo del progetto firmato Poretti è stato mostrare tutta la modernità che c’è nell’infinito patrimonio della tradizione italiana. “Siamo emozionati per il via di questo progetto“, racconta Serena Savoca, Marketing Manager Carlsberg Italia, che prosegue “La nuova Luppoli Non Filtrata valorizza la ricetta originale e per celebrare i 140 anni abbiamo scelto un’idea che racconti l’assoluta attualità di alcune ricetti e di alcuni mestieri che rimangono invariati nonostante il passare del tempo per il loro valore“.

La carta d’identità della nuova birra

Chiara, non filtrata, con bouquet fragante ed equilibrato dei tre luppoli, Saaz, Columbus e Cascade. Si tratta di una birra “fatta come una volta”, una lager con una frizzantezza decisa e dal corpo leggero, perfetta con piatti della cucina mediterranea. Con 4,9 gradi alcolici, da 33 al 60 cl.

Scopri anche: 

Corsi e formazione: Heineken presenta l’Università della Birra
La Lombardia è la capitale nazionale della birra
Buttiga Milano, quando la birra artigianale è social