aperitivo hotel manin milano

L’aperitivo a Milano, nel cuore della città

L’aperitivo? Immersi nel relax, nel cuore storico della città, in terrazza oppure bio

Lounge cocktail all’Hotel Manin Milano

Nel cuore di Milano, in via Manin 7, l’Hotel Manin è uno dei posti più eleganti della città, dalla tradizione centenaria. Vanta una splendida vista sul verde e si trova a due passi dal meglio della moda, della cultura e dell’arte Made in Italy. Dal Teatro Alla Scala al quadrilatero della moda, dal Padiglione d’Arte Moderna al quartiere di Brera. Una location perfetta, immersa nel totale relax, in cui fare l’aperitivo.

Dal lunedì al giovedì, tra le fronde dei platani secolari, al Manin Hotel viene proposto l’aperitivo con finger food serviti al tavolo. Tartare di salmone e tonno, mini ravioli con ricotta o pesce e assaggi di sushi provengono direttamente dalla cucina del ristorante.

Nel bicchiere cocktail classici o chicche come il Pink Gin Manin, a base di gin, pompelmo rosa e soda. Il giardino è orientato a uno stile minimal lounge, sobrio e raffinato. Morbidi tendaggi e divanetti dal tocco moderno convivono con le antiche statue recuperate dalla ristrutturazione del vecchio giardino all’italiana dell’hotel, risalente agli anni ’30.

La Terrazza, il posto perfetto

L’aperitivo-party è nella terrazza lounge, al secondo piano del Sina The Gray, fascinoso design hotel a due passi dal Duomo. Una distinta serata, da vivere sotto il cielo cittadino, fra divani in midollino, candele e atmosfere da salotto. Con musica live o dj set a vivacizzare l’ambiente, soprattutto durante la bella stagione.

In assaggio, stuzzichini in accompagnamento ai cocktail: rotolini di zucchina, speck e ricotta fresca, millefoglie di melanzana, mini muffin salati con cotto e ricotta, mini muffin salati con zucchine e zafferano, ciotolina con girasole ripieno di speck e ricotta con emulsione al basilico, bicchierino di quinoa con cetriolo, feta, pomodorino e citronette, hummus di ceci e thaina con gazpacho di pomodorini pachino. 

Al sorso, molti cocktail, pestati, long drink e analcolici, messi a punto dai barman del boutique hotel.

Parola d’ordine: bio…

Al Sanvittore, l’aperitivo è naturale con fingerfood leggeri: verdure crude, cotte e fritte, biscottini salati, focaccine e pizzette appena sfornate e frittatine vegetariane. Nel beverage, oltre ai classici cocktail, i centrifugati di benessere: Alba Serena (con pompelmo, arancia e fragola); Cocktail della Passione (con ananas, uva e fragola); Energetico (con prezzemolo e carota); Stimolante (mela e barbabietola); Rilassante (con ananas e sedano); e Pelle di seta (con carota, mela e zenzero). Senza dimenticare gli smoothies, morbidi e vellutati: Banana e Miele (con yogurt e latte); Mela e Finocchio (con succo di limone); Menta e Zenzero (con mela e lime); Lassi (con mango, yogurt, zenzero e birra); Barbabietole e Miele (con succo d’arancia); e Sedano e Uva (con menta e ginger ale).

…ma, anche, metropolitano

L’happy hour all’Item è un viaggio nei sapori del mondo, da vivere fra atmosfere americane e metropolitane: su, nell’ampio soppalco; giù, fra arredi vintage e vista sul bancone bar. Un luogo dal respiro internazionale dove assaggiare pietanze a buffet che spaziano dalle proposte etniche a quelle mediterranee, omaggiando verdure, carne, pesce, spezie e latticini. Ecco allora la paella e il cuscus, il pollo al curry con riso basmati e le quiche vegetariane, gli involtini di bacon e prugne e gli spiedini di mozzarella e pomodoro. E ancora, il salmone con le patate al forno e il riso nero con i gamberi, le fritattine e il pinzimonio di verdure, le focaccine e le tortillas, le crocchette di patate e gli stuzzichini tex-mex. In abbinamento, gli ottimi cocktail preparati dal barman Davide Gorla.