Re Panettone

Preparativi natalizi: dal 17 al 18 novembre è RePanettone

Giunto alla sua undicesima edizione, RePanettone apre le porte al pubblico il 17 e 18 novembre. Presenti oltre 40 pasticceri, tutti a vocazione artigianale

Con il Natale che si avvicina cresce la lievitazione, sale l’acquolina e per saziare l’appetito goloso niente di meglio che affondare il palato in un morbido e soffice panettone. Come sarà possibile fare recandosi all’undicesima edizione di RePanettone, manifestazione dedicata al mondo del panettone artigianale.

RePanettone, la manifestazione

Il 17 e 18 novembre, quindi, presso lo spazio MegaWatt (Via Giacomo Watt 15), il più classico dei dolci milanesi natalizi. Si presenta al pubblico proponendosi sotto svariate vesti. Da quella tradizionale fino a quelle a base di ricette innovative, in questi anni, il Panettone ha contribuito a variare l’offerta e rilanciare questa categoria merceologica, amata sia dai piccoli, che dagli adulti.

Tipico o innovativo che sia, tutte i produttori sono accomunati da un solo obiettivo: far sì che il loro prodotto si faccia degustare e apprezzare dai visitatori. E devono farlo con un preparato che ha l’obbligo di osservare una regola. Vale a dire essere cucinato senza fare ricorso a nessun tipo di additivo, di conservante e, come sottolineano e specificano gli organizzatori, ‘senza seguire nessun tipo di scorciatoia produttiva’.

La certificazione

A tal fine già dallo scorso anno RePanettone ha istituito la Certificazione RePanettone®. Un bollo con ologramma che attesta, mediante controlli scientifici, la freschezza, naturalità e artigianalità del prodotto.

Durante la due giorni della manifestazione, dunque, a darsi appuntamento all’interno della location milanese sono oltre 40 pasticceri di fama nazionale. Ognuno di loro presenta la sua ricetta e, al tempo stesso, racconta il proprio territorio di produzione, le tecniche di preparazione e peculiarità degli ingredienti utilizzati.

Per l’undicesima edizione di RePanettone attesi più di 40 pasticceri da tutta Italia. Ogni loro ricetta non contiene traccia alcuna di additivi, né conservanti di vario genere

A RePanettone una giuria di esperti è chiamata poi ad assegnare il Premio I PanGiuso, ovvero il massimo riconoscimento al Miglior panettone e il Miglior lievitato innovativo. Il panettone ‘fatto in casa’ è al centro della Classifica dei migliori panettoni casalinghi con una giuria formata da soli affermati maestri pasticcieri. Tra le iniziative collaterali si confermano gli show cooking per offrire ai visitatori una ghiotta occasione per carpire di persona alcuni dei segreti dell’alta pasticceria.

Prossimo appuntamento

Dopo Milano, RePanettone si sposta a Napoli. Nei giorni dell’1 e 2 dicembre, all’interno dei saloni dello storico Grand Hotel Parker’s in Corso Vittorio Emanuele 135. I pasticcieri, per questa versione partenopea della manifestazione giunta alla sua quarta edizione, sono 25. Provengono da ogni parte d’Italia, con una nutrita rappresentanza di campani, oggi considerati dei grandi interpreti del lievitato meneghino.