La lifferia di Pizzikotto contagia anche a Milano

Pizzikotto, il format di pizzeria-lifferia, esordisce a Milano. Pizza napoletana, cucina mediterranea, dolci tradizionali e materie prime bio

A tredici anni dalla sua nascita e debutto ufficiale sul mercato, l’insegna Pizzikotto ufficializza il suo esordio a Milano. Un ingresso studiato attentamente e che prende forma in Via Privata Celio 2, zona San Siro. Il format inaugurato è allineato a quello già adottato in altre città, tra le quali Roma, Torino, Bologna, Modena e Mantova. Pizzikotto è un’insegna del gruppo friulano Cigierre che l’ha acquistata due anni fa. Gruppo oggi tra i principali attori del settore della ristorazione commerciale, annoverando nel suo portafoglio altri marchi noti come Old Wild West, American Graffiti, Shi’s e Wiener Haus. A questi, da alcune settimane, si è aggiunto anche Temakinho, di cui il gruppo ha acquisito la maggioranza del capitale.

Scopri QUI tutti i Ristoranti a Milano

Venendo quindi a Pizzikotto, il fiore all’occhiello è la pizza, cucinata rigorosamente secondo la tradizione partenopea. La scelta delle materie prima deve rispondere poi a un’origine biologica. Lo è la farina utilizzata per l’impasto, così come la mozzarella, l’olio e il pomodoro. Ingredienti prodotti secondo regole bio certificate e acquistate da fornitori italiani. Tra le preparazioni suggerite, si segnala, oltre alla classica Margherita con impasto alto e soffice, la pizza con mozzarella di bufala, pomodorini conditi, fiori di zucchina e acciughe del Mar Cantabrico, e il Calzone farcito con prosciutto di Parma 24 mesi e insalatina novella. 

CGR_divina_1177 copia
Da Pizzikotta la pizza è cucinata ‘alla napoletana’ e utilizza materie prime di ordine biologica

Il sodalizio con il biologico vale anche per le bevande, mentre da Pizzikotto la birra è spillata attraverso un servizio che esclude l’emissione di anidride carbonica. Sistema che oltre a impattare in maniera meno rilevante sull’ambiente, favorisce una maggiore qualità del prodotto.

E poi c’è il concetto di ‘lifferia’. Un termine che, in stretto dialetto reggiano, significa ‘tutto ciò che è buono e goloso’. A salire in cattedra in questo caso sono dunque i dessert della classica tradizione italiana ed emiliana. Pere kaiser allo zabaione, un mascarpone con torta cioccolatino, ma anche uno sfornatino con menta e cioccolato bianco. Lifferia, appunto.

Per maggiori informazioni: pizzikotto.it