Iter, dall’Italia al mondo

Iter, dall’Italia al mondo nel nuovo locale di Angiolillo e Scarnera

Iter, come “itinerario”. È quello che promettono Nico Scarnera e Flavio Angiolillo nel loro locale di recente apertura: di percorrere un itinerario, o meglio un viaggio attraverso la memoria, per riscoprire le grandi avventure compiute nei secoli dagli italiani, i più grandi viaggiatori del mondo, da Cristoforo Colombo a Marco Polo, fino agli antichi Romani. 

Sui Navigli, il nuovo locale di Angiolillo
Sui Navigli, il nuovo locale di Angiolillo

A spiegarlo è lo stesso Angiolillo, uno dei numeri uno a Milano, già patron di Mag Cafè, 1930 Spekeasy, Backdoor 43 e Barba che, parlando del suo nuovo progetto, assicura, quello di Iter è il bancone bar più comodo di Milano, perché si è letteralmente seduti in poltrona. 

Da non molto inaugurato a Milano in via Fusetti, in zona Navigli, il locale in questione si chiama Iter – From Italy to the World, il primo cocktail bar fusion della città. E il tema del Viaggio torna nelle decorazioni: vecchie stampe, pannelli delle partenze d’aeroporto, boarding pass, un vestito che cambierà ogni sei mesi in base al Paese scelto per il menu. 

Luci soffuse da Iter - From Italy to the World
Luci soffuse da Iter – From Italy to the World

L’incipit l’hanno dato una drink list e una carta 100% nostrani, che pescano esclusivamente ingredienti Made in Italy: niente tequila, ad esempio, ma spazio al mezcal de La Punta. Ogni sei mesi, poi, cambieremo la cocktail list per far scoprire prodotti di un altro Paese, per fare il giro completo del mondo nell’arco di nove anni. Il locale è aperto dalle 10 del mattino all’una di notte. Pronti a partire?