god save the food

God Save The Food cala il poker e sbarca in Rinascente

Quarta apertura milanese per la catena God Save The Food che fa il suo ingresso in uno degli storici templi dello shopping a Milano

Un passo decisivo, di quelli che contano: God Save The Food entra ufficialmente presso la Rinascente di Piazza Duomo. L’insegna ristorativa, nata sette anni fa, ha annunciato l’inaugurazione del suo punto vendita presso il più storico dei department store di Milano. Un ingresso avvenuto in abito ‘da sera’, come quello che l’insegna indossa nel ristorante di Viale Piave, preso appunto come riferimento per quest’ultima apertura. Gli interni, dunque, si basano sull’utilizzo di materiali pregiati, come ottone, legno e marmo nero con venature bianche, con l’aggiunta di elementi di arredo più ‘freschi’ e ‘contemporanei’ tra i quali spiccano i rivestimenti di gomma per terra e la presenza di neon cromatici fatti a mano. Le colonne, dal canto loro, sono rivestite con policarbonato alveolare mescolato con ottone: materiale semitrasparente a cui sono state applicate grafiche luminose molto belle e originali. I tavoli – tra cui due grandi conviviali – sono anch’essi in legno e marmo, con bordatura in ottone, mentre le sedie hanno cuscini colorati in pelle e tessuto. Inedita la soluzione degli appoggi con sgabelli nelle colonne per un consumo veloce.

god save the food
Ottone, legno, marmo, sono alcuni dei materiali pregiati utilizzati per il layout del nuovo God Save The Food inaugurato presso la Rinascente di Piazza Duomo

La descrizione del luogo introduce con eleganza al food. Due le carte proposte: una per la caffetteria, l’altra per il pranzo e cena. Nel primo caso, si parla di un breakfast che spazia tra diverse culture gastronomiche ed etniche. Oltre al classico ‘combo’ italiano composto da croissant e cappuccino e tutte le tipiche varianti della caffetteria nostrana, il menu abbraccia i sapori di altre zone del mondo e contempla ricette a base di super food come, per esempio, l’healthy bowl di mango o l’acai & goji. Non mancano i delicati profumi mediterranei (immancabile lo yogurt greco), ma nemmeno quelli più intensi di alcune ricette ‘cult del variopinto panorama delle colazioni anglosassoni, con salmone affumicato e uova sbattute.

god save the food 1
Healthy food al God Save The Food vuole dire anche succhi di frutta naturali e freschi per accompagnare a colazione, pranzo, ma anche a cena, un menu che spazia tra varie culture gastronomiche internazionali

Il lunch and dinner, invece, ripercorre i piatti più gettonati e apprezzati degli altri locali God Save The Food che, ricordiamolo, oltre al già citato Viale Piave, è presente con un suo ristorante in Via Tortona e Piazza del Carmine. In questi due momenti della giornata, dalla cucina escono portate che strizzano l’occhio anche in questo caso a gusti diversi e hanno una connotazione culinaria decisamente improntata sull’internazionalità. Ecco dunque la possibilità di ordinare le uova in varie ricette, le insalate più diverse e i wok a base di verdure servite con riso thai. Ma anche classici italiani come la battuta di Fassona e il ‘piattone’ di prosciutto crudo e bufala. I club sandwich restano sempre un punto di forza, come c’è la possibilità di ordinare gli healthy bowl sia a pranzo che a cena.

Il nuovo ristorante prevede il servizio di delivery a domicilio, catering e banqueting, mentre il food truck God Save The Food ha sempre il motore acceso per portare in giro il format della catena all’interno degli eventi più importanti dello Stivale e simpatico protagonista per feste private.

Dove
God Save The Food, Piazza Duomo
La catena ha inaugurato il suo quarto punto vendita in città, scegliendo una delle location più famose dello shopping, vale a dire la Rinascente Milano