Festa del papà: ecco cinque proposte per brindare

Vino o spirit, liquore o birra, ogni occasione val bene un brindisi. Come quello del 19 marzo dedicato alla festa del papà

Anche il papà ha, come ben sappiamo, una festa tutta sua. Il 19 marzo è il suo giorno. Un brindisi per questa occasione sembra appropriato. Spirit, distillato, birra e vino, qui di seguito vi proponiamo cinque diverse soluzioni alcoliche.

La grappa

Gli esperti consigliano di berla dopo cena e, se possibile, accompagnandola a qualche scaglia di cioccolato fondente grattugiata su un piattino. L’iter in questione riguarda l’Acquavite di Pere Williams proposta dalla distilleria altoatesina Pircher. Realizzata con pere mature e fresche, escludendo qualsiasi aroma o additivo aggiunto, il prodotto ha una gradazione alcolica di 40° ed è racchiuso nella bottiglia da 700 ml. Lo si può acquistare online all’indirizzo www.pircher.it a un curioso prezzo, come indicato dalla stessa azienda, di 21,49 euro.


Il rum

Il rum è tra i distillati più amati dagli italiani. Regalarlo al proprio papà potrebbe essere una bella idea. Dalle Isole Mauritius arriva una proposta che potrebbe fare al caso. Nell’isola Caraibica, particolarmente ricca di canna da zucchero (materia prima del rum), la società D&C ha scovato e importato sul mercato italiano il Rum Arcane Extrarome, spirit invecchiato 12 anni in fusti di quercia americana. In bocca sprigiona il meglio di sé, liberando aromi fruttati caraibici (cocco e banana) che s’intrecciano con quelli al sapore di vaniglia e cioccolato. Da consumare liscio, volendo con leggera aggiunta di ghiaccio. Ogni singola bottiglia è venduta al pubblico a un prezzo di 48 euro.

Il limoncello

Non passa mai di moda ed è storicamente una delle bevande alcoliche emblema del bere all’italiana. Parliamo di limoncello, in questo caso del Syramusa prodotto da Stock Italia. Un liquore che ricava la sua materia prima dai limoni Igp del Siracusano che liberano sapori intensi Per questa ragione è buona cosa versarlo nel bicchierino a una temperatura tra i 2° e i 4° e mai ghiacciato. Un partner ideale per accompagnare l’assaggio di prelibatezze dolci, tra le quali ovviamente quelle siciliane.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La birra

Il bicchiere, la schiuma e l’aroma: per la festa del papà non manca la birra speciale. Per l’occasione, Tenute Collesi, birrificio marchigiano tra i portabandiera del movimento craft beer in Italia, suggerisce la Ego Chiara. Parliamo di una bevanda al luppolo non pastorizzata e rifermentata in bottiglia. Stappata e versata nel bicchiere appare subito di colore giallo limone. Passando poi alla fase di assaggio, i primi sorsi rivelano aromi di frutta tropicale e agrumati. Ideale per un aperitivo o eventualmente in abbinamento ad antipasti ‘light’.

Lo spumante

Quando si tratta di brindare non manca mai all’appello una soave bollicina. Per un regalo elegante pensato per la festa del papà, la cantina marchigiana Ciù Ciù propone Merlettaie Brut varietà di Pecorino. Versato nel calice emerge subito il colore giallo paglierino con venature di verde. Perlage fine e continuo, questo vino rilascia al naso profumi intensi floreali di fiori di tiglio e biancospino, mentre al palato è avvolgente, morbido e fresco. Il momento migliore per degustarlo? L’aperitivo, ma ben si presta ad accompagnare un antipasto a base di pesce.