milanodabere.it

Ci piace en plein air

Cielo azzurro, voglia di sole e di cieli stellati. La bella stagione è arrivata e, con lei, anche il desiderio di trascorrere fuori i momenti di convivialità. Ecco una mini guida con una selezione di 10 ristoranti con spazi verdi: giardini, orti, corti e cortili che appagano gusto e vista. Perché all'aperto ci piace.

ACQUACHETA | La Milano che non ti aspetti

Mood rilassato, poltrone, pouf e cuscini en plein air. L’Acquacheta non distrugge i ponti, ma ricorda ai milanesi di riprendersi il proprio tempo. Situato in una tranquilla traversa di Viale Monza, riproduce le fattezze di un casolare toscano e propone una cucina di campagna che vede protagonista la carne chianina cotta alla brace. Dal martedì al venerdì, a partire dalle 18.30, appuntamento con l’aperitivo in giardino a mo’ di picnic: un po’ hippy e un po’ bohémien, è l’occasione per trascorrere una serata in compagnia e in pieno relax, fra lumi, candele, plaid e sedute comode. Peace & Love.

DA NOI IN | Essenze e colori in un eden segreto
Nel cuore di zona Tortona, Da Noi In è l’oasi gourmet del Magna Pars Suites Milano, raffinato hotel che sorge in una ex fabbrica di profumi. Una struttura interamente eco-friendly e un rigoglioso giardino segreto rendono speciale lo spazio gastronomico firmato Fulvio Siccardi, autore di piatti che omaggiano la tradizione italiana, reinterpretata con tocchi contemporanei. Da provare? Il salmone affumicato in casa e il celebre uovo in gabbia da spacchettare. Un consiglio: prima di cena, fermatevi nell’attiguo Liquidambar per un inebriante e colorato aperitivo a base di cocktail à parfum. Altro che design.


ERBA BRUSCA | Un orto con cucina lungo i Navigli
L’acqua sorgiva del canale che un tempo irrigava le terre coltivate dai monaci di Abbiategrasso scorre incredibilmente cristallina lungo gli argini su cui si affaccia Erba Brusca. Il ristorante con l’orto intorno, orchestrato dal tocco internazionale della chef Alice Delcourt, è un vero e proprio angolo di campagna lungo i Navigli, capace di commuovere anche la più dura delle pietre. La cucina? Rispetta i cicli della natura e mixa in modo saggio materie prime bio, prodotti locali ed erbe aromatiche coltivate nell’orto a vista: dalle insalate fresche ai pesci d’acqua dolce, dalle vellutate alle tarte tatin di verdure, dal pollo bio allevato a terra alla cacciagione. Pennellate di verde, quiete e armonia: il green style non è un’opinione.

FONDERIE MILANESI | Una corte nascosta fuori dal tempo

L’atmosfera della Vecchia Milano, quella segreta e vivace, quella degli archi e dei mattoni a vista, plasma impeccabilmente le Fonderie Milanesi in zona Bocconi. Attraversato un lungo cortile, si scopre un luogo dal piglio shabby chic, che si sviluppa attorno a una corte bucolica dove il tempo sembra essersi fermato. Le serate trascorrono in pieno relax, ritmate dall’aperitivo a buffet in scena dalle 19 alle 21. E poi? Spazio alla cena e al brunch domenicale. Trendy e campagnolo al punto giusto.

H CLUB>DIANA
| Felicità e glamour a misura di giardino
Come in una playlist musicale, non può mancare il grande classico. L’incantevole giardino privato dell’h club>diana, con la bella stagione, si trasforma in un lussureggiante tripudio di fiori e colori, dove la natura dialoga con lo stile firmato Sheraton Diana Majestic. Un luogo poliedrico, che invita al bon vivre scandendo con classe ogni momento della giornata: dal pranzo alla cena, passando per l’aperitivo, i live set serali e il brunch del sabato e della domenica. Fascino evergreen.

UN POSTO A MILANO | Sostenibilità e km vero in Cascina Cuccagna
Vicino P.ta Romana, Cascina Cuccagna si fa portavoce della diffusione di una cultura alimentare consapevole, con tanto di mercato e aperitivo agricolo il martedì. Una liaison tra la città e la campagna sublimata nella cucina di Un posto a Milano, regno dello chef Nicola Cavallaro. Tracciabilità e accurata selezione di produttori e materie prime provenienti da aziende a conduzione familiare sono i capisaldi di un’offerta all'insegna del km vero. Sarde in saor, pasta fatta in casa, pizze leggere e fragranti impastate col metodo poolish e chicche quali la mozzarella di bufala dalla provincia di Bergamo, gli ortaggi e le erbe bio di Aretè e Corbari e i dolci homemade come la gustosa torta di mele vegana. Miracolo a Milano.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/nicolaa2/public_html/wp-content/themes/milanodabere/functions.php on line 148