alcoholic-beverage-bar-beer-1269025

Aggiungi un posto a tavola che c’è una birra in più. Anche a Natale

Assobirra ribadisce l’anima sociale della birra che anche a Natale è protagonista in tavola, come dimostra un menu speciale dello chef Salvatore Garofalo

La birra conquista la tavola degli italiani. A favorire l’attuale successo della bevanda al luppolo in Italia (come conferma ulteriormente un recente studio della Fondazione Birra Moretti), interviene anche l’elemento di versatilità che caratterizza il prodotto.

Un sorso di birra a Natale tra amici, ma pure con i parenti

La birra sgomita e si ritaglia un posto fisso sulla classica tavolata natalizia, un tempo territorio di pertinenza quasi esclusivo di bollicine e di vini vari. Lo ribadisce una ricerca promossa in partnership da Assobirra (per conoscere i dati di mercato dell’associazione clicca qui) e AstraRicerche, società di ricerca, che ha intervistato un campione di consumatori italiani. Di questi, il 35% non esita a indicare l’elemento di convivialità della bevanda. Pensiero diffuso soprattutto tra chi ha tra i 35 e i 44 anni. E non solo, la birra rinsalda l’unione famigliare, dato che il 34% degli interpellati afferma di berla prevalentemente in compagnia dei propri cari.

E torniamo al discorso della versatilità. Oggi il panorama di referenze brassicole presenti sul mercato è ampio: artigianali, speciali, analcoliche, senza glutine e via dicendo hanno dinamizzato l’offerta. Più proposte di gusto creano maggiori opportunità di dare vita a sodalizi con il food, tanto che un italiano su due (48%) non rinuncia a una schiumosa birra quando si siede a tavola. Ideale se a cena.

Oltre la pizza c’è un (altro) menu

Come dicevamo prima, il binomia pizza/birra rimane solido, ma altri abbinamenti stanno emergendo. A proporli anche esponenti della cucina d’autore. Assobirra ha chiesto allo chef Salvatore Garofalo del ristorante La Ratera di Milano di creare un menu natalizio ‘con’ e ‘di’ birra. Il cuoco, cresciuto alla corte dei maestri Gualtiero Marchesi e poi Pietro Leeman, ha risposto all’appello con entusiasmo. La sua cena parte da un antipasto che abbina una Pils con un’insalata di cappone balsamico di birra, condita da melagrana, noci, marroni, misticanze aromatiche e avocado. Il primo piatto che segue è una lasagnetta con salsiccia cucinata con birra ale e cime di rape, abbinata a una bock a bassa fermentazione. Via libera, poi, al secondo: salmone con birra ale, latte di riso, portulaca e filetti di mandorle, da assaporare sorseggiando una weizen. Per chiudere un dolce di sformatino di panettone con birra ale, ideale da assaporare con una classica birra d’abbazia.

Scopri QUI il nostro canale dedicato alla Birra