milanodabere.it

Bianco Chatulle

Lo Chatulle è uno scrigno candido dove sentirsi a casa. “Chi viene qui si sente coccolato dall’ambiente e da me, e prova la sensazione di trascorrere una serata da amici” dice Ivan, gestore del ristorante, da lui arredato e curato come se fosse la sua abitazione. Situato in via Piero della Francesca, è  da anni punto di riferimento per una cena a base di piatti semplici e di carne. Ottima, giunta direttamente dalla macelleria di Sergio Motta, la star dei macellai.

IL BIANCO DEGLI ARREDI… – Pareti, mobilio, tendaggi e tovagliati risplendono di bianco-ghiaccio, per un effetto fresco e accogliente. Sopra il bancone del bar, un grande lampadario con centinaia di cristalli illuminandosi scalda l’atmosfera con i suoi bagliori dorati. Alle pareti, grandi quadri di artisti contemporanei sono in mostra e in vendita. E sparsi qua e là, golosi barattoloni con marshmallow di ogni colore invitano all’assaggio. È  qui che Ivan riceve i suoi ospiti, che poi si accomodano sulle sedie di pelle bianca, in attesa di delizie caserecce.

… E I PROFUMI DI UNA VOLTA
– Seguendo il concetto di accoglienza casalinga, anche per il menu si sono scelti piatti rassicuranti, come le verdure di stagione, gli spinaci al burro, il puré di patate o le patate al forno, i carciofi croccanti e le insalatine miste. Contorni che sublimano l’ingrediente principale di questo ristorante: la carne di alta qualità, a cui sono dedicate numerose proposte del menu. Da non perdere la tartare di filetto di toro, tenerissima e senza uovo, una specialità della casa, e il galletto alla brace con rosmarino e peperoncino. In lista anche carpacci, filetti e, ovviamente, la costoletta alla milanese, a orecchia d’elefante e croccante. E ancora, la fiorentina di scottona, il nodino di vitello da latte con burro e salvia e la battuta di manzo profumata di aglio, olio, rosmarino e peperoncino. Tra i primi, paccheri con pomodoro e basilico, trofie alla crema di basilico e pinoli nonché risotto con asparagi.

CON LA BELLA STAGIONE
– Se l’interno è ideale per cenare, il dehors è perfetto per un aperitivo di qualità, anche a base di vino, visto che la carta qui è ben curata e spazia tra le etichette di tutta Italia. Per stuzzicare l’appetito, si può optare tra le proposte a buffet e quelle di un piccolo menu, da cui scegliere assaggini che giungono direttamente dalla cucina.