mercato agricolo san siro

A Lambrate un nuovo hub contro lo spreco alimentare

Si firma oggi l’accordo per la nascita di un nuovo hub di quartiere contro lo spreco alimentare. Sarà aperto entro la fine dell’anno in via Bassini 26 a

Un nuovo hub contro lo spreco alimentare. “Lo avevamo preannunciato a gennaio, con i dati del primo anno dell’hub di via Borsieri – commenta la vicesindaco con delega alla Food policy Anna Scavuzzo –. Oggi sigliamo la partenza di questo progetto che il lockdown dei mesi scorsi ha solo rallentato. Eravamo impegnati sull’emergenza, come era giusto che fosse, ma non abbiamo dimenticato le iniziative strutturali che stiamo ora riavviando e che si accompagnano al percorso di ripresa che vede rafforzate le sinergie con gli enti nostri partner“.

In precedenza l’hub di via Borsieri (Municipio 9). In un anno questo ha permesso di recuperare 77 tonnellate di cibo (154mila pasti equivalenti). Coinvolgere, ancora, 21 organizzazioni non profit, 11 supermercati e 5 mense aziendali. Ora la nuova collaborazione che coinvolge , Banca di credito cooperativo di Milano, AVIS comunale Milano. Ancora, l’associazione Banco alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” ONLUS.


L’accordo

L’accordo prevede che AVIS comunale Milano dia in concessione d’uso gratuito uno spazio di sua proprietà con una superficie di 70 metri quadrati in via Bassini. Banca di credito cooperativo di Milano un’erogazione liberale di 60mila euro per l’allestimento dell’hub e per la gestione delle attività. Banco alimentare della Lombardia si occupa invece del coordinamento e della gestione operativa tramite personale volontario e dipendente nel rispetto delle norme igienico sanitarie in vigore.

Comune di Milano, , Assolombarda e Programma QuBì – La ricetta contro la povertà infantile saranno impegnati nelle attività di governance dei processi, nelle azioni di monitoraggio e nella promozione tra i diversi attori coinvolti nel progetto (supermercati, mense aziendali, associazioni, beneficiari). La collaborazione avrà durata di 4 anni, fino dunque al giugno del 2024.

Leggi anche:

Come fare la raccolta differenziata in emergenza sanitaria
Deliveroo e AMSA insieme per l’ambiente