Uomini e no

Uomini e no al Piccolo dopo il successo della scorsa stagione

Evento terminato

Carmelo Rifici di nuovo al Piccolo: Uomini e no torna al Teatro Studio Melato dopo il tutto esaurito della scorsa stagione

Carmelo Rifici torna a dirigere Uomini e no. Un cast di giovani attori, della stessa età dei
partigiani ventenni che nel romanzo di Elio Vittorini combattono il nazifascismo in una
Milano martoriata dalla guerra civile.

Dopo il tutto esaurito della scorsa stagione, un successo senza precedenti, lo spettacolo Uomini e no è di nuovo Piccolo, nella scenografica sala dello Studio Melato. Dal 13 al 23 novembre. Il teatro, per l’occasione, è letteralmente tagliato da un tram d’epoca spaccato in due.

È qui che si svolge la tormentata storia d’amore tra Enne2, capitano dei GAP a Milano, e Berta, sposata a un altro uomo che non riesce a lasciare. Al di fuori, tutta l’atrocità del conflitto dell’epoca. Attentati organizzati dalla Resistenza e rappresaglie, fucilazioni sommarie, la lucida crudeltà dai nazisti del Capitano Clemm e delle milizie fasciste di Cane Nero.

Milano – spiega il regista Carmelo Rifici – è il luogo realistico e metaforico in cui si svolgono gli eventi storici narrati e i fatti privati dei personaggi, in una progressiva disumanizzazione che tuttavia non spegne lo stupore, la meraviglia, la tenerezza dei rapporti umani“.

L’opera di Vittorini, da cui è tratta la riduzione teatrale, riesce a “Mostrare il contagio della violenza, malattia che ammorba entrambe le fazioni nella direzione di una pericolosa somiglianza. Oggi è molto difficile rintracciare contrapposizioni ideologiche tanto estreme: purtroppo quel germe di indifferenziazione cui allude Vittorini è esploso in tutta la sua evidenza“.

Il romanzo di Elio Vittorini fu oggetto di forti critiche, a partire dal titolo che sembrava suggerire una divisione tra le due parti in conflitto in umana e disumana, a seconda dello schieramento. Oggi, Uomini e no è un piccolo capolavoro del teatro italiano. Che non divide più nessuno ma che, al contrario, è stato accolto da un grande successo di pubblico e critica.

Scopri anche:
Ferdinando, il dramma in scena al Franco Parenti
All’Elfo, il più grande progetto di drammaturgia collettiva

Informazioni
+ 39 0242411889
Visita il sito web
Dal: 13/11/2018 al: 23/11/2018
Lanza
Piccolo Teatro Strehler Milano, Teatro d’Europa dal 1991
Via Rivoli, 6 - Milano
martedì, giovedì e sabato ore 19.30; mercoledì e venerdì ore 20.30 (salvo mercoledì 21 novembre ore 19.30); domenica ore 16.
Dove
Piccolo Teatro Strehler Milano, Teatro d'Europa dal 1991
Piccolo Teatro Strehler Milano: per decreto ministeriale Teatro d'Europa e da sempre "teatro d'arte per tutti" è il primo stabile d'Italia
Mappa