stabat mater

Trilogia sull’identità all’Elfo Puccini

Evento terminato

La Trilogia sull’identità in scena all’Elfo racchiude tre spettacoli diversi sul tema dell’identità di genere. Liberi di essere transgender, dal 5 al 10 marzo

La Trilogia sull’Identità, tre spettacoli in scena all’Elfo Puccini dal 5 al 10 marzo, è “Il racconto di storie ordinarie in cui il transgenderismo non è l’unico centro. Trattare il tema dell’identità di genere per noi ha significato interrogare la nostra natura di esseri umani e la nostra possibilità di essere liberi“. Così racconta Liv Ferracchiati della produzione The Baby Walk che della trilogia sull’identità ne cura l’idea, i testi e la regia.

Scopri QUI tutti gli spettacoli a Milano

Peter Pan guarda sotto le gonne

Studi e materiali ripartiti in tre spettacoli diversi, appunto, che danno vita a tre differenti proposte di linguaggio. Peter Pan guarda sotto le gonne mostra la parola come mancanza e incapacità di comunicarsi. In scena i primi due giorni della trilogia sull’identità, il 5 e il 6 marzo. La storia? Siamo alla fine degli anni ’90. Peter ha 11 anni e mezzo e lunghi capelli biondi. Wendy ne ha 13 ed è mora. Peter “Non è esattamente una femmina, ma precisamente un maschio” e nessuno sembra accorgersene. Il disagio che vive è raccontato attraverso il parallelismo con i personaggi dei celebre romanzo. Il tema? Il delicato momento dello sviluppo per i bambini e per gli adolescenti transgender. Una riflessione che si fa raramente, le persone transgender non sono sempre state degli adulti.

Stabat mater

Si prosegue con Stabat mater, la ricostruzione della propria identità. Il secondo spettacolo della trilogia sull’identità va in scena il 7 e l’8 marzo ed è la vicenda di un trentenne, scrittore, uomo ordinario nonostante stia vivendo una situazione straordinaria. Egli vive al maschile quando tutti, almeno inizialmente, osservino come il suo corpo abbia sembianze femminili.

Un eschimese in Amazzonia

Ultimo spettacolo, il 9 e il 10 marzo, è Un eschimese in Amazzonia, la metafora della fragilità di qualsiasi forma scegliamo per noi stessi. Sul palco, il confronto tra la persona transgender (l’eschimese) e la società (il Coro), fino al paradosso secondo cui l’Eschimese si stanca di raccontare sé stesso. Deve improvvisare perché la sua presenza non è prevista. Il Coro parla all’unisono, delineando i caratteri di una società ipnotica, superficiale. L’eschimese in questione è  un personaggio autentico, fuori dal coro, appunto, ma la sua, a lungo andare, diventa una visione ricca di luoghi comuni, quasi spersonalizzata come il suo contesto.

La Trilogia sull’indentità è in scena all’Elfo Puccini dal 5 marzo al 10 marzo.

Scopri anche:
Priscilla la regina del deserto in scena agli Arcimboldi
A Chorus Line in scena al teatro Nazionale

Informazioni
+39 0200660606
Visita il sito web
Dal: 05/03/2019 al: 10/03/2019
Lima
Corso Buenos Aires, 33 - Milano
Medio
A seconda dello spettacolo
Email
Mappa