Suede by Dean Chalkley

Suede, i pionieri del britpop, in concerto al Fabrique

In principio erano gli Suede. Poi sono arrivati tutti gli altri, dai fratelli-coltelli Oasis ai Blur. La band pioniera dell’epopea britpop arriva in tour nella nostra città con un concerto tra vecchi e nuovi brani

Gli Suede, una delle band cult degli ultimi 20 anni, tornano in Italia per uno show imperdibile, il 4 ottobre 2018 al Fabrique di Milano.

Because we’re young because we’re gone“. Vi dice niente questa citazione? Per chi se lo fosse perso, per questioni anagrafiche se non per distrazione, l’epopea del britpop anni ’90, quello di Oasis, Blur, Pulp, Verve, iniziò proprio con questo verso, incipit di So young, brano-debut con cui gli Suede anticiparono una delle stagioni più calde e intriganti della musica alternativa. La risposta inglese glam alla ‘brutta sporca e cattiva’ scena grunge americana, all’epoca imperante. Vuoi mettere il fascino da boscaiolo con lo stile fighetto? 

Per alimentare il mito di icona androgina, modellata con in mente il Duca Bianco e Morrissey, suoi principali riferimenti, Brett Anderson, leader degli Suede, una delle voci più riconoscibili del pop, si divertiva a dichiarare al mondo di essere “un omosessuale che non ha ancora avuto la sua prima esperienza”. Accadeva ai tempi di Suede, il primo album, quello di So young, appunto, e Animal nitrate, pubblicato nel 1993, un anno prima di Definitely Maybe degli Oasis.

Con quel loro sound decadente, influenzato dalla new wave e dal glam e da icone come David Bowie e Marc Bolan, il taglio di capelli e lo stile vintage con cui si proponevano, diventato poi fonte di ispirazione per tanti artisti e stilisti, i testi rabbiosi e poetici di Anderson, e con i loro concerti torridi di eccitazione, mandarono in delirio pubblico e media, con la stampa musicale britannica che ogni settimana li metteva in copertina come ‘Next big thing’. Hanno influenzato generazioni di nuove band e gettato le basi a quello che sarebbe diventato il fenomeno Britpop.

The Blue Hour, cover nuovo album Suede
The Blue Hour, il nuovo album degli Suede

Dopo fasi alterne, che hanno portato allo scioglimento del gruppo, nel 2003, e a carriere soliste intraprese più o meno con successo, qualche anno fa gli Suede si sono riformati. Il 21 settembre pubblicano l’album The Blue hour (Warner), l’ottavo della carriera, che arriva a due anni dal precedente Night Thoughts. Il nuovo lavoro è stato prodotto da Alan Moulder, produttore di Depeche Mode, U2, Interpol fra gli altri, e gli Suede lo presentano dal vivo il 4 ottobre al Fabrique.

Concerto imperdibile, perché oltre ai nuovi brani Brett Anderson e compagni ripropongono alcuni dei maggiori successi che hanno segnato la loro carriera.  

Informazioni
+39 0258018197
Visita il sito web
Dal: 04/10/2018 al: 04/10/2018
Mecenate
Via Fantoli, 9 - Milano
Medio
Ore 21.00
Mappa