Cenacolo Vinciano - Ultima Cena di Leonardo

Spolvero, il Cenacolo rivelato: Leonardo multisensoriale

Evento terminato

In ambito delle iniziative che celebrano il cinquecentenario della morte di , la Fondazione Stelline presenta l’installazione Spolvero, il Cenacolo rivelato. Si tratta di un’opera multisensoriale che ribalta la prospettiva del capolavoro vinciano, scambiando il ruolo tra chi vede e chi non vede

Dal 13 settembre al 13 ottobre, la Fondazione Stelline presenta l’installazione multisensoriale Spolvero, il Cenacolo rivelato. Il progetto, realizzato dall’artista Lucrezia Zaffarano, dal grafico Matteo Carbonara e dal film maker Andrea Sartori, rende omaggio all’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. E a “Ciò che non si vede mai, ma esiste prima ancora dell’opera finale“. Lo Spolvero è infatti il disegno preparatorio. Quel “prima dell’opera” che è stato scelto per la correlazione con l’alfabeto braille.

Scoprite QUI tutte le mostre a Milano


La pittura è una poesia muta e la poesia è una pittura cieca (Leonardo da Vinci)

La mostra alle Stelline

L’installazione multisensoriale Spolvero, il Cenacolo rivelato è il progetto vincitore del concorso Milano da Vinci, lanciato lo scorso anno da Fondazione Italiana Accenture in occasione del Cinquecentenario della morte di Leonardo. E realizzato in collaborazione con il Comune di Milano, in partnership con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. Facendo riferimento al pensiero di Leonardo secondo cui “La pittura è una poesia muta e la poesia è una pittura cieca“, l’opera multisensoriale propone un ribaltamento di prospettiva. In un gioco di scambio tra reale e non reale, tra luce e ombra, tra assenza e presenza.

Pensata per una fruizione collettiva al buio, pone infatti sullo stesso piano ipovedenti, non vedenti e vedenti. L’installazione è scandita in due momenti. Da una parte, la scultura tangibile del Cenacolo di Leonardo, realizzata con la tecnica dell’alfabeto braille. Questa sarà fruibile come una pagina da poter toccare. E dall’altra, sulla parete opposta e in modo speculare, sarà proiettata la costellazione corrispondente: riproduce l’opera d’arte scomposta in punti luminosi. Un sistema circolare, che rende visibile l’immagine a chi non vede ma può toccare, e che restituisce l’immagine dell’opera a chi può vedere.

Scoprite anche:
Tutte le Milano Week del 2020: il calendario
Vogue for Milano 2019, torna la notte della moda
Il Jova Beach Party atterra a Linate

Informazioni
+39 024546241
Visita il sito web
Dal: 13/09/2019 al: 13/10/2019
centro
Corso Magenta, 61 - Milano
Gratis
Da martedì alla domenica dalle 10.00 alle 20.00