Romantic Italia Giulia Cavaliere

Romantic Italia: Giulia Cavaliere presenta a Milano il suo romanzo-playlist

Evento terminato

“Di cosa parliamo quando cantiamo d’amore”: è la Romantic Italia di una giovane scrittrice, da leggere brano dopo brano. La presentazione a Milano con Dente, Santeria Paladini

Capita di rado di conoscere qualcuno con così tanta padronanza nei confronti di un argomento. Quel qualcuno è Giulia Cavaliere, giovane scrittrice (classe 1985) di musica, cultura pop e libri e l’argomento in questione è la canzone, principalmente d’amore, italiana, dagli anni Cinquanta a oggi.

Romantic Italia – Di cosa parliamo quando cantiamo d’amore (minimum fax) è il libro dalla copertina pop di Giulia che si lascia letteralmente divorare, anzi leccare, come se fosse un gelato estivo (vedi l’immagine proprio della copertina) e che presenta a Milano, città dove scrive e lavora, mercoledì 10 ottobre (ore 19.00, Santeria Paladini). Insieme a lei, la giornalista Alba Solaro, il cantautore Dente e una valigia piena di 45 giri (presente la domanda Cosa ti porteresti sull’isola deserta? Credo che Giulia possa rispondere soltanto questa valigia, piena dei suoi vinili).

Ogni capitolo corrisponde a un brano, un artista, un ricordo, un aneddoto, un gusto di cui ci si innamora. Dai grandi classici come Modugno, Mina o Tenco ma anche Oxa, Venditti, Ruggeri fino ai fenomeni più recenti, TheGiornalistiBaustelle o Liberato. Una playlist che si consiglia di leggere senza spiare, nell’indice alla fine, tutte le scelte di cui si compone. Sarà gradevolissimo l’effetto sorpresa e sarà d’effetto – provato per voi – quella curiosità di andare a sbirciare alla pagina successiva per scoprire quale sarà la prossima canzone di cui Giulia ci fa innamorare ancora.

Romantic Italia nasce dal desiderio di raccontare in una forma calda, viva e pop le storie e i mondi amorosi esplorati nella canzone italiana – racconta la scrittrice a noi di Milanodabere.it, e aggiunge – Volevo scrivere un libro che potenzialmente potesse essere letto da tutti, esattamente come la canzone d’amore, qui in Italia come altrove, fa parte, che lo si voglia o no, della vita di tutti. Mi interessava proporre un racconto dell’amore cantato e volevo indagare le forme: incontri, abbandoni, entusiasmi, passioni, desideri“.

Un “semplice” libro di critica musicale? “Solo trasversalmente, lo è laddove non può non esserlo, per il resto è un lungo racconto a tappe e spazi solo apparentemente divisi tra loro, un racconto sentimentale e popolare dell’Italia – quella dei juke box, delle radio, dei gelati dei primi appuntamenti, di amori eterosessuali e omosessuali, di politica che entra nell’amore, di femminismo e tenerezza – fatto di canzoni che, stando lontanissima dall’idea di enciclopedia, ho scelto in modo del tutto libero e soggettivo, nel tentativo di tracciare un metodo d’ascolto appassionato, approfondito ed emotivo, su un tipo di canzone che siamo abituati a sentire e non sempre a raccogliere in ogni dettaglio“.

Chissà se ci sarà una seconda parte. Lo scopriremo solo vivendo? L’appuntamento è per il 10 ottobre, ore 19.00, Santeria Paladini.

Per maggiori informazioni: minumunfax/romanticitalia

Scopri anche:
Lecite Visioni: ai Filodrammatici, il trionfo dell’amore
Un cuore di vetro in inverno: Filippo Timi torna a teatro

Informazioni
+39 0236798121
Visita il sito web
Dal: 10/10/2018 al: 10/10/2018
Città Studi
Via Privata Ettore Paladini 8 - Milano
Gratis
Dalle ore 19.00
Mappa