Carlo Carrà

Mostre d’autunno a Milano: Carlo Carrà a Palazzo Reale

Fra le grandi mostre d’autunno a Milano, Palazzo Reale dedica a Carlo Carrà una retrospettiva a trent’anni dall’ultima mostra dedicatagli

Dal 4 ottobre al 3 febbraio 2019 Milano celebra Carlo Carrà, uno dei più importanti artisti del Novecento, con una mostra che ne presenta l’intero percorso creativo. 

Uno dei maggiori pittori del primo Novecento, protagonista di tutte le principali correnti artistiche della sua epoca. Si tratta di Carlo Carrà, celebrato con una mostra a Palazzo Reale a trent’anni di distanza dall’ultima rassegna dedicatagli.

L’esposizione curata da Maria Cristina Bandera in collaborazione con Luca Carrà ripercorre l’intera carriera professionale dell’artista, nato in provincia di Alessandria ma milanese d’adozione, attraverso le sue opere più significative: dalle prove divisioniste ai capolavori che ne fanno uno dei maggiori esponenti del Futurismo e della Metafisica.

Nato in provincia di Alessandria nel 1881, Carlo Carrà inizia giovanissimo l’attività di decoratore e nel 1906 si iscrive all’Accademia di Brera a Milano. Nel 1908 incontra Umberto Boccioni e Luigi Russolo con i quali firma il Manifesto dei pittori futuristi e il Manifesto tecnico della pittura futurista. A Parigi nel 1914, il pittore conosce Guillaume Apollinaire e Pablo Picasso. In questo periodo inizia a sperimentare con il collage. Pochi anni dopo, nel 1917 incontra Giorgio de Chirico e ne adotta le tecniche compositive e l’iconografia metafisica in una serie di opere. Dopo una fase produttiva legata al Realismo magico, alla metà degli anni ’20 sviluppa il suo stile maturo che nelle figure arcaicizzanti rievoca il naturalismo impressionista del diciannovesimo secolo.

L’allievo dell’Accademia di Brera è stato autore anche di paesaggi e nature morte, lavori che attestano il suo ritorno alla realtà dagli anni Venti, e di grandi composizioni di figura risalenti agli anni Trenta. Tutte opere che la mostra offre alla riflessione del pubblico.

Un pubblico chiamato ad ammirare uno dei migliori eredi della tradizione ottocentesca, i cui dipinti danno vita a un’atmosfera sospesa e senza tempo, ispirata dalla natura e ricca di malinconia. Una produzione che, ancora oggi, presenta tratti di estrema modernità.

Informazioni
Visita il sito web
Dal: 04/10/2018 al: 03/02/2019
Duomo
Piazza Duomo, 12 - Milano
Economico
Lunedì dalle 14.30 alle 19.30; mar., mer., ven. e dom. dalle 9.30 alle 19.30; gio. e sab. dalle 9.30 alle 22.30
Mappa