Marinella Pirelli: luce e movimento in mostra al Novecento

Una delle figure più originali del panorama artistico del Novecento, Marinella Pirelli è stata una pioniera del cinema sperimentale. Il Museo del Novecento le dedica la mostra antologica Luce Movimento

Dal 22 marzo al 25 agosto il Museo del Novecento dedica a Marinella Pirelli (1925-2009), pioniera del cinema sperimentale, la mostra monografica Luce Movimento. Il cinema sperimentale di Marinella Pirelli curata da Lucia Aspesi e Iolanda Ratti.

Il Canale arte & design di Milanodabere.it QUI

Marinella Pirelli, immagini in movimento

Con Luce Movimento il Museo del Novecento dedica la prima mostra antologica a una delle figure più originali del panorama artistico del ‘900. Attiva nella scena artistica italiana a partire dal Secondo Dopoguerra, Marinella Pirelli si è sempre distinta per il lavoro di indagine costante. Che ha portato a risultati pionieristici nel campo del cinema sperimentale. L’artista veronese lavorò prima a Milano, tra il 1948 e il 1949, come illustratrice, scenografa, costumista e attrice. Poi a Roma, dal 1950, dove entrò in contatto con artisti come Pietro Cascella, Salvatore Scarpitta, Mario Merz, Jannis Kounellis. Nonostante si sia dedicata alla pittura per tutta la vita, è però nelle immagini in movimento che si concentra la portata innovativa del lavoro di Marinella Pirelli. A partire dagli anni ’70 la pellicola diventò infatti il suo medium artistico: passando dalle prime sperimentazioni cinematografiche in 16 mm alla progressiva presa di coscienza di una tecnica legata alla luce e al movimento. Proprio questo la portò a realizzare opere cult come Film Ambiente (1969) e ai cicli delle Meteore e dei Pulsar all’inizio degli anni Settanta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Luce Movimento, la mostra

Il percorso espositivo ricostruisce, lungo 10 sale, il lavoro di ricerca in ambito del cinema di Marinella Pirelli. Offre una lettura tematica e cronologica che rende conto dei nuclei fondamentali del lavoro dell’artista legato alle immagini in movimento. Allo stesso tempo analizza il contesto storico in cui operò. Sono presentate in mostra le opere che la vedono impegnata nell’ambito del cinema sperimentale e nella progettazione di spazi di luce. In particolare l’esposizione si concentra sulla produzione compresa tra il 1961, anno della prima pellicola d’animazione, al 1974, in cui Marinella realizzò il suo ultimo lavoro, Doppio autoritratto.

Luce Movimento. Il cinema sperimentale di Marinella Pirelli, promossa e prodotta da Comune di Milano|Cultura con Electa, segue la monografica del 2003 in Permanente e il progetto espositivo sui lavori luminosi realizzato a Villa Panza nel 2004.

Scopri anche:
Milano Art Week 2019
Adriano Giannini voce di Gauguin al cinema
XXII Triennale Milano, Broken Nature
Leonardo 500

Informazioni
Visita il sito web
Dal: 22/03/2019 al: 25/08/2019
Duomo
Museo del Novecento, Palazzo dell’Arengario
Piazza del Duomo, 8 - Milano
Medio
Lunedì dalle 14.30 alle 19.30; mar., mer., ven. e dom. dalle 9.30 alle 19.30; gio. e sab. dalle 9.30 alle 22.30
Dove
Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario
Una delle figure più originali del panorama artistico del Novecento, Marinella Pirelli è stata una pioniera del cinema sperimentale. Il Museo del Novecento le dedica la mostra antologica Luce Movimento...