Liu Bolin, Teatro alla Scala, courtesy: Boxart, Verona

Liu Bolin e l’arte di scomparire in mostra al Mudec

Evento terminato

Liu Bolin, l’artista cinese famoso in tutto il mondo per le sue performance mimetiche, presenta al Mudec, nello spazio dedicato alla fotografia d’autore, la mostra Visible Invisible

Dal 15 maggio al 15 settembre lo spazio espositivo dedicato alla fotografia d’autore Mudec Photo presenta la mostra di Liu Bolin Visible Invisible. Famoso per le sue performance mimetiche, l’artista cinese propone un progetto creato appositamente per il museo di via Tortona. L’allestimento espone 50 opere di grande suggestione, tra cui uno scatto inedito fatto al Castello Sforzesco.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Liu Bolin, l’artista della fotografia mimetica

Liu Bolin (Shandong, 1973) è conosciuto in tutto il mondo per le sue performance mimetiche. Grazie a un accurato body painting, infatti, il suo corpo risulta pienamente integrato con lo sfondo. Una tecnica originale che, ad esempio, al cinema l’abbiamo vista usare da Guy Ritchie per il colpo di scena finale del suo Sherlock Holmes – Gioco di ombre quando Robert Downey jr, mimetizzato con la stanza, si alza da una poltrona e va ad aggiungere un punto di domanda alla parola “fine” in calce al romanzo dell’amico Watson. Ma vediamolo…

Il Canale di art&design di Milanodabere.it

L’artista cinese fa sua la poetica del nascondersi per diventare cosa tra le cose. Denunciando così che tutti i luoghi, tutti gli oggetti, anche i più piccoli, hanno un’anima che li caratterizza. E in cui mimetizzarsi, svanire, identificarsi con il tutto. Fa parte di una filosofia figlia dell’Oriente, ma che ha conquistato il mondo intero. Le sue fotografie offrono diversi livelli di lettura, dalla denuncia alla riflessione critica, alla contestazione politica e sociale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La mostra di Liu Bolin al Mudec

Attraverso le sue opere Liu Bolin cerca di sviscerare le contraddizioni dell’uomo contemporaneo. E di indagare il rapporto tra la civiltà creata dall’uomo e l’uomo stesso. In mostra al Mudec porta gli scatti realizzati in ambito della famosa serie Hiding in the city, di cui in particolare Hiding in Italy. In questi scatti, all’importanza del luogo si evidenzia l’attenzione dell’artista al confronto tra la visione della cultura orientale e quella occidentale.

Il percorso espositivo include anche le fotografie del ciclo Shelves, ovvero scaffali, in cui Bolin si mimetizza tra gli scaffali di scatolame e verdure di supermercati. E del ciclo Migrants, con scatti realizzati coinvolgendo rifugiati ospiti di alcuni centri d’accoglienza in Sicilia. Realizzerà inoltre un’opera site specific per il Mudec, mimetizzandosi tra gli oggetti della collezione permanente del museo.

Scopri anche:
Mi Ami Festival
Milano Photofestival
Piano City Milano
Contaminafro 2019

Informazioni
+39 0254917
Visita il sito web
Dal: 15/05/2019 al: 15/09/2019
Tortona
Museo delle Culture – Mudec in zona Tortona a Milano
Via Tortona, 56 - Milano
Medio
Lun. dalle 14.30 alle 19.30; mar., mer., ven., dom. dalle 9.30 alle 19.30; gio., sab. dalle 9.30 alle 22.30
Dove
Museo delle Culture - Mudec in zona Tortona a Milano
Il Museo delle Culture - Mudec: luogo di incontro, di sperimentazione e di arte in via Tortona. Al suo interno, alcune tra le mostre più importanti a Milano