L’atelier di Leonardo: un trionfo artistico ricreato

Evento terminato

L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi è la nuova mostra dedicata alla personalità eccelsa di Leonardo, un viaggio nel suo mondo artistico evocato nella Sala dei Ducati del . Divulgare un patrimonio culturale, per un passato che offre le chiavi interpretative del presente, questa la finalità perseguita

La Sala dei Ducati del Castello Sforzesco dal 24 gennaio al 19 aprile accoglie la mostra L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi. Un progetto artistico che si inserisce in una continuità, nel macro paradigma di tutte le iniziative di Leonardo mai visto, protagoniste sempre al Castello Sforzesco. Ma c’è di più, come dichiarato dall’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, si attiva in tutta Milano un lavoro di valorizzazione del patrimonio delle sue opere. Un omaggio al genio vinciano e alla sua cerchia che da sempre riscuote grande successo.

Curare, ideare e realizzare una mostra d’arte è sempre un esercizio di ingegno, uno studio meticolosa per il dettaglio. Un esperienza totalizzante e di ricerca. Un salto verso il passato che, attualizzato e riportato in vita, si rivela fondamentale per una comprensione maggiore del presente. L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi, spiega il suo curatore Pietro C. Marani, è frutto di uno studio tra gli archivi, tra le opere contenute presso il Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco e trova la sua origine nel ritrovamento di un disegno mai prima presentato al pubblico.


C’è qualcosa di inedito, di esclusivo e affascinante in questa mostra. Si ricerca la spettacolarità nell’approfondimento che la sua piccola dimensione sottintende. Lo stesso curatore Pietro Marani non ha problemi ad ammettere che non si tratta di una grande mostra, ma è proprio questa intimità che la rende esclusiva. Ideale per appassionati del settore e amanti della particolarità come sinonimo di ricerca.

Nel vivo dell’esposizione: il disegno galeotto

La mostra muove dal ritrovamento di un disegno che è stato subito associato all’atelier di Leonardo. Un reperto galeotto, ha addirittura stimolato la realizzazione di una mostra d’arte. Il foglio ri-scoperto viene affiancato ad altre opere del Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco e ad importanti prestiti dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana. Ci si immerge nel clima che si respirava tra la cerchia dell’artista fino ad arrivare a ipotizzare la data della realizzazione della notissima opera leonardesca Salvator MundiInfatti il disegno protagonista, sul retro ospita una scritta a matita nera o carboncino che rimanda, appunto, a uno dei dipinti più dibattuti di Leonardo: “SALV<A>TOR MUNDI”.

Forse si tratta di un primo abbozzo per un’epigrafe o una scritta esplicativa da includere eventualmente nell’opera del Salvator Mundi a cui Leonardo stava lavorando proprio intorno al 1510-1513 circa. È questa l’epoca a cui possono perciò risalire anche alcune delle repliche del dipinto. L’accostamento che si propone, in questa sede, è con la variante del Salvator Mundi dipinta nel 1511 dall’allievo di Leonardo Gian Giacomo Caprotti.

Sul recto del foglio, invece, sono disegnate figure copiate da studi anatomici di Leonardo risalenti a differenti epoche e cronologie, dal 1487 circa al 1510-1513. L’attribuzione del foglio dimostra come gli originali del Maestro si trovassero ancora tutti nella bottega e potessero essere variamente copiati dagli allievi. Per questo motivo, attorno al disegno sono esposti, con riferimento ai soggetti sviluppati sul recto, studi cinquecenteschi di anatomia.

Un’ esposizione che ci porta all’interno dell’organizzazione del lavoro e del cantiere dove sono state realizzate molte grandi opere artistiche immortali di Leonardo e dei suoi allievi. Un trionfo artistico davvero ricreato. Dal 24 gennaio al 19 aprile, un Leonardo mai visto.

Informazioni
02 8846 3700
Visita il sito web
Dal: 24/01/2020 al: 19/04/2020
Castello Sforzesco
Il Castello Sforzesco, monumento simbolo di Milano
Castello Sforzesco - Milano
Medio
Dalle 9 alle 17.30, dal martedì alla domenica. Ultimo ingresso ore 17 (solo visitatori già in possesso di biglietto). Ingresso libero: ogni primo e terzo martedì del mese dalle ore 14.
Dove
Il Castello Sforzesco, monumento simbolo di Milano
Il Castello Sforzesco è uno dei principali monumenti simbolo di Milano, sede espositiva con capolavori di Leonardo e Michelangelo