milanodabere.it

Lacci

Evento terminato

Cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo quando torniamo sui nostri passi? Silvio Orlando, uno dei volti più amati del teatro e del cinema italiano, è interprete di questo dubbio in Lacci, appunto.

Lo spettacolo tratto dal romanzo di Domenico Starnone e adattato per il teatro dallo stesso autore, dopo il successo della passata stagione, torna in scena al Franco Parenti dal 24 al 28 gennaio.

In sintesi: un uomo, una donna e la parabola di un rabbioso naufragio matrimoniale. Lui (Silvio Orlando) si è sposato presto, all’inizio degli anni Sessanta per desiderio di indipendenza, e ha avuto dei figli. Tutto bene? Ritrovarsi a trent’anni con una famiglia a carico e tutto ciò che ne consegue per lui è diventato un segno di arretratezza, più che di autonomia.

Trasferito a Roma per insegnare, conosce la libertà di innamorarsi di un’altra donna. La moglie reagisce e gli mette davanti le responsabilità verso i figli. Sono i lacci che uniscono l’uomo alla famiglia. E lui torna. Perché niente è più radicale dell’abbandono, ma niente è più tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. Come andrà a finire? Il cardinale Voiello di The Young Pope rinuncia a quell’amore esterno. Ma il paradiso non esiste, le nevrosi sì.

Silvio Orlando in Lacci, al Franco Parenti

Silvio Orlando in Lacci, al Franco Parenti
Informazioni
02 59995206
Dal: 24/01/2018 al: 28/01/2018
Porta Romana
Via Pier Lombardo, 14 - Milano
n.p.
Mercoledì ore 19.30; giovedì ore 21.00; venerdì ore 20.00;sabato ore 20.30; domenica ore 16.00
Mappa