Giacomo Balla, Linee forza di mare, 1926, Olio su tela

L’universo futurista di Giacomo Balla alla Galleria Bottegantica

Giacomo Balla ha saputo rinnovare il concetto di avanguardia. In una mostra, dipinti, bozzetti, progetti, raccontano l’universo futurista di una delle principali personalità artistiche del Novecento 

Dal 12 ottobre al 2 dicembre la Galleria Bottegantica di via Manzoni presenta la retrospettiva Giacomo Balla. Ricostruzione futurista dell’universo dedicata a uno dei più importanti esponenti del Futurismo, a sessant’anni dalla sua scomparsa. 

La retrospettiva, curata da Fabio Benzi, tra i maggiori esperti di Giacomo Balla, presenta trenta opere del grande artista torinese ma romano d’adozione (1871-1958), anticipatore del moderno design. Dopo la sua adesione al Futurismo, nel 1910, cominciò a rinnovare il concetto di avanguardia, allargandolo oltre il confine dell’opera pittorica o scultorea. Espandendo la sua idea estetica: dal quadro all’architettura, dall’arredamento al design, dal teatro al cinema, in un’idea di arte totale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il percorso espositivo si pone di approfondire il periodo futurista dell’artista torinese, con particolare attenzione alla sua produzione nei settori delle arti applicate e dell’arredamento. Si apre con la sezione di progetti e dipinti, realizzati tra il 1912 e il 1930. Tra questi spiccano il Ritratto di Laura Marcucci a un anno Sala da pranzo. Il bozzetto di Sorge l’idea e Compenetrazione foglie + cielo + luce. Si completa con le arti applicate. In questa sezione si trovano esposti complementi di arredo, disegni per opere di design, dai piatti ai tappeti, creati dopo la pubblicazione del Manifesto della Ricostruzione Futurista dell’Universo del 1915.

Nel 1910 Balla firma il secondo manifesto della pittura futurista con Boccioni, Severini, Carlo Carrà e Luigi Russolo. Esporrà con i futuristi, però, soltanto a partire dal 1913. Due anni dopo con Fortunato Depero redige il manifesto Ricostruzione futurista dell’universo. Ha esposte le sue opere nei musei più importanti in Europa e negli Stati Uniti. 

Scopri anche:

Next Design Perspectives in Triennale
Milano Fall Design Week, il programma  

Informazioni
+39 0262695489
Visita il sito web
Dal: 12/10/2018 al: 02/12/2018
centro
Via Manzoni, 45 - Milano
Gratis
Da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00; dalle ore 15.00 alle ore 19
Mappa