Jonathan Coe

Jonathan Coe apre BookCity 2018 con Middle England

Evento terminato

Divisioni e rabbia. Brexit e giochi olimpici. Nazionalismi e crisi di identità. Questo e molto altro nel nuovo libro di Jonathan Coe, Middle England. L’autore inglese inaugura BookCity Milano 2018

Il calore con cui i miei libri sono stati accolti in questo Paese è strettamente associato, nella mia mente, proprio alla città di Milano”. A dirlo è lo scrittore inglese Jonathan Coe, tra i massimi autori contemporanei. È lui a inaugurare BookCity con la serata di giovedì 15 novembre al Teatro Dal Verme (ingresso libero fino ad esaurimento posti) dal titolo Jonathan Coe e il futuro che non ci aspettavamo. L’autore di libri culto come La famiglia Winshaw e La banda dei brocchi, sollecitato dalla giornalista Barbara Stefanelli, cercherà di tracciare un quadro politico e sociale dell’ultimo decennio del Regno Unito. E presentare così il suo nuovo libro Middle England, in uscita proprio in questi giorni per Feltrinelli.

 Scopri QUI tutti gli eventi a Milano

Sarà dunque Jonathan Coe ad inaugurare BookCity. In sette anni, la fiera milanese si è trasformata in un grande evento diffuso dedicato al libro, alla lettura, agli autori, all’editoria. Dal 15 al 18 novembre librerie, teatri, musei, piazze, ospiteranno oltre 1.300 eventi con autori da tutto il mondo (scopri QUI tutto il programma). Il legame tra Jonathan Coe con la nostra città è speciale e di vecchia data. Per questo giovedì sera sul palco del Dal Verme riceverà dal sindaco Giuseppe Sala il Sigillo della città. Con il sorriso e lo humor che contraddistinguono da sempre i suoi lavori, Coe cercherà di raccontare il Regno Unito degli ultimi dieci anni tra Brexit, giochi olimpici, famiglie in crisi e identità politiche.

La famiglia Winshaw a Milano

Jonathan Coe ricorda la sua prima volta a Milano. “La mia prima esperienza di Milano fu molto breve: diedi un veloce sguardo alla città quando ci passai nel 1975, all’età di tredici anni, mentre andavo verso Napoli. Nondimeno, quel viaggio è stato una delle grandi avventure della mia giovinezza. Fu forse per questo che, tornando a Milano vent’anni più tardi, mi sembrò quasi di tornare a casa. Avevo pubblicato un romanzo intitolato La famiglia Winshaw ed era una nuova esperienza per me, quella di vedere un mio libro tradotto in altre lingue. Non sapevo cosa aspettarmi: però gli italiani, forse più di ogni altro popolo, accettarono il mio lavoro e sembrarono salutarlo con comprensione e riconoscimento. Il calore con cui i miei libri sono stati accolti in questo Paese è strettamente associato, nella mia mente, proprio alla città di Milano”.

Scopri anche:

Milano Music Week 2018

Mostre a Milano: tutti i consigli da non perdere

Topolino compie 90 anni: la mostra

Informazioni
+39 0287905
Visita il sito web
Dal: 15/11/2018 al: 15/11/2018
Castello
Via S. Giovanni sul Muro, 2 - Milano
Gratis
Ore 20.30
Mappa