ninfee di monet

Impressionisti Segreti: l’arte al cinema

Evento terminato

Al il docu-film Impressionisti Segreti. Un percorso sensoriale per esplorare l’ rivoluzionaria degli impressionisti, tra segreti che si rivelano scoperte. L’arte incontra il cinema in favore di un trionfo di bellezza, cultura, inclusione e storia

In occasione della mostra record di visitatori Impressionisti Segreti a Roma fino all’8 marzo, viene prodotto Impressionisti Segreti. Un viaggio nella profondità di una delle più nobili forme di rappresentazione: la pittura. Al cinema ma solo nei giorni: 10, 11 e 12 febbraio (qui per scoprire in quali sale).

L’arte si fonde con il grande cinema, i pennelli incontrano la cinepresa, due mondi si uniscono in un sentire comune. L’arte promuove una lettura della realtà analogamente al paradigma cinematografico, ambiscono entrambi alla durata, alla comunicazione diffusa. Come protagonista il movimento impressionista, tra i più amati nella modernità. Il docu-film racconta 50 capolavori nascosti dei maestri dell’Impressionismo svelati per la prima volta al pubblico nelle sale di Palazzo Bonaparte a Roma. Si tratta, dunque, di un percorso che trova nella mostra romana la sua giustificazione e il suo basamento. Una mostra troppo affascinante per non essere condivisa e veicolata tramite una trasposizione cinematografica.


L’Impressionismo: un’arte rivoluzionaria. Nel vivo del docu-film

Roma con i suoi colori, con la sua atmosfera di storia, di sapere, di un passato rievocato in ogni angolo, fa da sfondo al percorso verso la scoperta dei quadri. In un attimo siamo calati nel vivo dell’istallazione di Palazzo Bonaparte che di per sé costituisce un luogo magico, a Piazza Venezia, nel cuore della città eterna. Nello specifico si tratta di 50 capolavori svelati per la prima volta al grande pubblico, raccontati dalle due curatrici della mostra Claire Durand-Ruel e Marianne Mathieu e da altri esperti del settore. Un percorso commentato, illuminato da occhi critici e competenti.

L’Impressionismo fu rivoluzionario, ha rotto con l’accademia, con l’immobilismo. Una pittura che riflette la realtà, all’aria aperta, in tutta la sua estemporaneità. Ha combattuto con l’idea di un’arte pura, incontaminata, visionaria per arrivare a veicolare la realtà in tutta la sua semplicità quotidiana. Grazie all’invenzione del tubetto di pittura trasportabile, l’artista esce dall’atelier, apre la porta al realismo. Opere come quelle di Manet, Caillebotte, Monet, Berthe Morisot, Cézanne, Sisley, Signac e Pissarro, tutte osservate dal generale al particolare. Il loro segreto è che la loro storia nasce con delle difficoltà, non furono da subito apprezzati e pensare che oggi sono catalizzatori dell’attenzione di molti. Quella dell’Impressionismo è davvero un’arte universale e il docu-film Impressionisti Segreti la rende protagonista, al cinema dal 10 al 12 febbraio.

Scopri QUI tutte le mostre da non perdere a Milano

Informazioni
+39 028051633
Visita il sito web
Dal: 10/02/2020 al: 12/02/2020
Vari indirizzi - Milano
Conservando il biglietto della mostra “Impressionisti Segreti” (Palazzo Bonaparte di Roma fino all’8 marzo) e presentandolo alla biglietteria del cinema è possibile avere una riduzione
A seconda della programmazione
Email