milanodabere.it

Il teatro comico

Evento terminato

Con Il teatro comico, testo scritto nel 1750, Carlo Goldoni riformò drasticamente il teatro, passando dai canovacci e dalle maschere fisse (stereotipi della commedia dell’arte) a copioni scritti che l’attore deve imparare a memoria concentrandosi sulla psicologia del personaggio che interpreta (commedia di carattere). Il testo della riforma goldoniana, base del teatro moderno, è in scena al Teatro Grassi dal 20 febbraio al 25 marzo portato dal regista, attore e drammaturgo Roberto Latini.

Ci sono classici che credo vadano esplorati in questo nostro tempo” dichiara Roberto Latini (Orazio). “Avere, al Piccolo, in cartellone nella stessa stagione l’Arlecchino di Strehler e Il teatro comico può essere un modo per aggiungere qualcosa all’autore che ha fatto scaturire una rivoluzione da dentro il meccanismo stesso del teatro”.

Prodotto per la prima volta dal Piccolo Teatro, la commedia è una delle messe in scena più intriganti di Goldoni. Riassumendo: in un teatro vuoto, una compagnia sta cominciando le prove della farsa Il padre rivale del figlio. Ci sono tutte le maschere goldoniane: Pantalone, Brighella, il Dottore, Arlecchino e c’è anche il capocomico, Orazio, che vuole convincere gli attori ad abbandonare la tradizione dell’improvvisazione per imparare a sostenere il personaggio a partire da un copione scritto. Rivoluzione.

Il teatro comico di Carlo Goldoni dal 20/2 al 25/3 al Piccolo Teatro Grassi

Il teatro comico di Carlo Goldoni dal 20/2 al 25/3 al Piccolo Teatro Grassi
Informazioni
02 42411889
Dal: 20/02/2018 al: 25/02/2018
Centro
Via Rovello, 2 - Milano
n.p.
Ore 16; ore 19.30; ore 20.30
Mappa