milanodabere.it

Il ballo

Evento terminato

Un capolavoro di vendetta che colpisce nel punto più debole: la vanità. È in scena al Teatro Franco Parenti dal 17 al 25 marzo la favola nera di Irène Némirovsky Il ballo, magistralmente interpretata da Sonia Bergamasco.

Testo magnifico e impietoso, Il ballo è il racconto (del 1928) pubblicato da Irène Némirovsky, autrice ucraina morta ad Auschwitz a soli trentanove anni. Al centro della storia (autobiografica), la giovane Antoinette, figlia 14enne di una famiglia di arricchiti ebrei che vivono a Parigi, il padre banchiere e la madre arrivista che smania per entrare nell’alta società.

Sonia Bergamasco in scena al Franco Parenti con

Sonia Bergamasco in scena al Franco Parenti con “Il ballo”

Come una piccola Cenerentola, ad Antoinette viene impedito dalla madre di partecipare al ballo organizzato per il debutto in società. Da qui, la smania di vendetta della ragazzina, che riuscirà infine a sabotare la festa. “Questa storia raccoglie cinque voci essenziali: la madre, la figlia, il padre, l’istitutrice e la vecchia cugina. Una storia di vendetta e disamore. Attraverso lo sguardo di Antoinette, la figlia adolescente, cerco negli specchi le figure di un teatro che sonnecchia nelle pieghe del quotidiano – commenta Sonia Bergamasco – Cerco il teatro di un bambino solo che costruisce il suo mondo perché il mondo conosciuto (quello degli adulti) non è bello e non gli piace”.

L'opera in scena al Franco Parenti dal 17 al 25 marzo è anche la presa di coscienza del rispecchiamento umano e feroce di due donne, madre e figlia. E l’arma di vendetta di una scrittrice che usa il suo talento come arma contro quella madre che non ha saputo amarla.

Informazioni
02 59995206
Dal: 17/03/2018 al: 25/03/2018
Porta Romana
Via Pier Lombardo, 14 - Milano
n.p.
ore 15.45; ore 19; ore 19.30; ore 21
Mappa