I LOVE LEGO arriva al Museo della Permanente

I LOVE LEGO al Museo della Permanente racconta l’evoluzione dei mattoncini che incantano tutte le generazioni

I LOVE LEGO è il nome della mostra che arriva al Museo della Permanente dall’11 ottobre al 2 febbraio. Per grandi e piccini, l’esposizione prevede oltre 1 milione di mattoncini assemblabili. L’obiettivo? Raccontare l’incredibile trasformazione dell’oggetto che da tempo immemore incanta persone di tutte le età e che, da comune giocattolo, diventato opera d’arte. Le installazioni esposte sono figlie di una progettazione collettiva e meticolosa: ogni dettaglio viene concepito da un team che vanta la presenza di numerosi architetti e ingegneri.

Difatti, al Museo della Permanente, i mattoncini LEGO® danno vita ad un colorato e affascinante mondo in miniatura. I progetti messi in mostra sono quelli di RomaBrick, uno dei LUG (Lego® User Group) più antichi d’Europa. I mondi  riprodotti sono ben cinque, al limite tra realtà  e fantasia. Dagli splendori dell’antica Roma, alle avventure dei pirati; dalla conquista dello spazio, ai paesaggi medievali. Fino ad arrivare alla frenetica e affascinante città  contemporanea.


LEGO®: un modo per creare arte a 360 gradi

Il vero messaggio che I LOVE LEGO vuole dare riguarda la concezione di un’arte a 360 gradi che non pone limiti alla fantasia e all’incontro di tecniche diverse. La mostra presenta 12 oli ispirati ai grandi capolavori della storia dell’arte, trasformati in “uomini lego” dall’artista Stefano Bolcato. Interessante risulta anche la collaborazione con la pagina umoristica Legolize. Questa, infatti, crea installazioni comiche utilizzando proprio i LEGO. Infine, è in esposizione una proiezione olografica ideata da Display Expert e Arthemisia.

Un tempio dei LEGO®: chi non l’ha desiderato almeno una volta nella vita? I LOVE LEGO è l’occasione, per tutti gli appassionati, per realizzare questo sogno e passare una giornata all’insegna della creatività . La mostra non prevede solo la visita delle istallazioni. Gli spettatori, infatti, assumono un ruolo attivo e possono cimentarsi nella creazione di opere. Il tutto servendosi dei mattoncini di plastica famosi in tutto il mondo. Da non perdere.

Scoprite anche:

“Io Robotto. Automi da Compagnia” alla Fabbrica del Vapore
Oriente Mudec: arte e collezionismo orientale al Museo delle Culture

Informazioni
+39 02 89 29 921
Visita il sito web
Dal: 11/10/2019 al: 02/02/2020
P.ta Nuova
Via Filippo Turati, 34 - Milano
Economico
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30; aperture straordinarie da consultare sul sito.
Mappa