milanodabere.it

Goya e il mondo moderno

Evento terminato

La primavera milanese può contare su una mostra a Palazzo Reale che analizza la relazione e i legami artistici tra Goya e altri celebri pittori moderni. Goya e il mondo moderno parte dall’analisi delle tematiche care al pittore aragonese: la nuova società e la sua immagine, l’espressione della soggettività, la reazione gestuale, la violenza. L’opera di Goya è considerata un punto di riferimento per i movimenti stilistici che hanno contribuito a definire l’arte del XIX e del XX secolo: impressionismo, simbolismo, espressionismo, surrealismo. 

L’esposizione è divisa in cinque sezioni: Il lavoro del tempo, dove ritratti e autoritratti danno conto della rinnovata analisi della soggettività, come portato della società moderna (Goya qui si confronta con David, Delacroix, Soutine). Poi, La vita di tutti i giorni, in cui le opere dell’artista dialogano con quelle di Daumier, Grosz, Kirchner, Victor Hugo; Comico e grottesco, che mostra gli aspetti più assurdi del mondo moderno, seguendo una delle chiavi di lettura preferite dal grande pittore spagnolo (le incisioni di Goya qui anticipano le opere di Miró, Picasso, Klee). E ancora La violenza, con le rappresentazioni della guerra e delle sue drammatiche conseguenze (le crude immagini di Goya qui si accompagnano a Music, Dalì, Guttuso, Picasso) e infine Il grido, dove si restituiscono i volti di quella soggettività ammirata nella prima sezione della mostra, ormai deformati dal terrore, ridotti a una lontana parvenza di quel che furono (Pollock, Kiefer, Bacon, Saura qui mostrano di aver raccolto l’eredità del pittore spagnolo).

Informazioni
02 875672
Dal: 17/03/2010 al: 27/06/2010
Centro
Piazza del Duomo, 12 - Milano
n.p.
Lunedì dalle ore 14.30 alle ore 19.30; da martedì a domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30; giovedì e sabato dalle ore 9.30 alle ore 22.30
Mappa