Giorgio De Chirico: il grande ritorno a Palazzo Reale

A 50 anni dalla personale del 1970, Palazzo Reale torna a ospitare l’opera di Giorgio De Chirico con la mostra che da settembre dedica all’architetto della Metafisica

La stagione delle grandi mostre a Milano inizia con la retrospettiva che dal 25 settembre al 19 gennaio 2020 Palazzo Reale dedicata a Giorgio De Chirico. Le sale del museo tornano così a ospitare l’opera dell’artista (Volos, 1888 – Roma, 1978) a cinquant’anni dalla personale tenuta nel 1970. L’esposizione è curata da Luca Massimo Barbero, promossa e prodotta da Comune di Milano-Cultura. Da Palazzo Reale, da Marsilio e da Electa, in collaborazione con la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico. Un centinaio di opere tracciano la straordinaria avventura artistica dell’architetto della Metafisica.

Scopri QUI tutte le mostre a Milano

Viviamo in un mondo fantasmico
con il quale entriamo gradatemene in dimestichezza (G. de Chirico, 1918)

L’architetto della Metafisica a Palazzo Reale

L’esposizione allestita a Palazzo Reale è fatta di confronti inediti e accostamenti che svelano il fantasmico mondo di una delle più complesse figure artistiche del XX secolo. Offre la chiave d’accesso a una pittura ermetica che affonda le sue radici nella Grecia dell’infanzia. E poi matura nella Parigi delle avanguardie, dà vita alla Metafisica che strega i surrealisti e conquista Andy Warhol. E, infine, getta scompiglio con le sue irriverenti quanto ironiche rivisitazioni del Barocco.

L’esposizione è suddivisa in otto sale e procede per temi, pensati secondo accostamenti inediti e confronti originali come in una catena di reazioni visive. Che, come scriveva de Chirico nel 1918, rincorrono “il demone in ogni cosa, l’occhio in ogni cosa [perché] siamo esploratori pronti per altre partenze“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le sale espositive

La mostra De Chirico è suddivisa in otto sale a tema. Si parte dalla prima dedicata alla Mitologia familiare, con dipinti che come il Centauro morente (1909) mettono in luce la forte influenza assorbita dall’artista durante l’infanzia in Grecia. La Metafisica è la seconda sala ed espone, tra le altre opere, la monumentale Arianna (1913). Si passa poi a Il quadro nel quadro, sala dedicata ai giochi di prospettiva che hanno fatto di De Chirico l’acclamato antesignano del Surrealismo.

“L’ho incontrato così tante volte a Venezia e pensavo che amavo moltissimo il suo lavoro […] Ripeteva i suoi dipinti di continuo […] Ciò che lui replicava regolarmente, anno dopo anno, io lo ripetevo lo stesso giorno nello stesso dipinto” (Andy Warhol).

Il Pictor Optimus è invece un omaggio alla pittura dechirichiana, con temi iconici come l’autoritratto, la natura morta e il mito. Il percorso procede, poi, con La stanza, con dipinti sul tema degli interni. E con I gladiatori, dove sono raccolte le tele del ciclo pittorico che il mercante Léonce Rosenberg commissionò a De Chirico tra il 1928 e il 1929. Ma non è tutto. La sala offre inoltre un piccolo omaggio alla serie dei Bagni misteriosi realizzata nel 1935.

Il viaggio nell’arte di De Chirico termina nella sala La Neometafisica. Presenta una grande summa della parabola dechirichiana, con la ripresa della pittura degli anni Trenta fino alla rimeditazione della metafisica che folgorò Andy Warhol.

Le opere in mostra provengono da importanti musei internazionali tra i quali la Tate Modern di Londra, il Metropolitan Museum di New York, il Centre Pompidou e il Musée d’Art Moderne de la Ville di Parigi. Ed anche la Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea (GNAM) di Roma, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia, The Menil Collection di Huston e il MAC USP di San Paolo in Brasile. Numerose sono anche le istituzioni milanesi: il Museo del Novecento, la Casa Museo Boschi di Stefano, la Pinacoteca di Brera e Villa Necchi Campiglio.

Scopri anche:
Estate in città
Christo presenta il suo documentario all’Anteo
Le vie del cinema 2019, i film di Cannes a Milano

Informazioni
+39 0292897740
Visita il sito web
Dal: 25/09/2019 al: 19/01/2020
duomo
Palazzo Reale Milano
Piazza del Duomo, 12 - Milano
Medio
lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30
Dove
Palazzo Reale Milano
All'ombra del Duomo, Palazzo Reale Milano è un luogo consacrato all'Arte e alle sue molteplici declinazioni
Mappa