Fin de Partie, Frode Olsen

Fin de Partie di György Kurtág in prima mondiale alla Scala

Evento terminato

Dopo oltre dieci anni di lavoro, Fin de Partie di György Kurtág debutta in prima mondiale al Teatro alla Scala. La prima opera del grande compositore ungherese è anche la prima trasposizione per il teatro musicale di un testo di Samuel Beckett

Mancano poche settimane alla Prima della Scala, il 7 dicembre con Attila di Giuseppe Verdi. Ma l’attesa è alta anche per la prima mondiale dell’opera Fin de Partie di György Kurtág al teatro del Piermarini dal 15 al 25 novembre.

György Kurtág è il compositore ungherese universalmente considerato tra i maggiori viventi, allievo di Messiaen e Milhaud, sodale di Ligeti e Boulez. Non aveva mai scritto un’opera fino ad ora. Per la prima volta, a 92 anni, applica il suo stile da miniaturista, scarno, concentrato e intensamente espressivo, ad una composizione di teatro musicale di quasi due ore.

György Kurtág e Samuel Beckett

L’opera di György Kurtág Fin de Partie è il risultato di oltre dieci anni di lavoro minuzioso sul celebre testo di Samuel Beckett, capolavoro del teatro dell’assurdo. Nel 1957, Kurtág assistette a Parigi ad una delle prime rappresentazioni della pièce su consiglio di Ligeti. Da allora per oltre sessant’anni anni ha elaborato il tema beckettiano del rapporto fra suono e parola, sognando di arrivare per primo a tradurre in musica un’intera opera del drammaturgo irlandese. Fin de Partie è, infatti, il primo titolo tratto da un testo teatrale di Beckett nella storia dell’opera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scopri QUI tutti gli eventi a Milano

Sul podio salirà Markus Stenz, mentre lo spettacolo porta la firma di uno dei più autorevoli registi della scena internazionale, Pierre Audi. Ha richiesto due anni di prove e lavoro sulle minime sfumature del testo e della musica. Il quartetto di protagonisti (Hamm, Clov, Nagg e Nell) è composto da Frode Olsen, Leigh Melrose, Hilary Summers e Leonardo Cortellazzi.

L’opera è coprodotta con De Nationale Opera di Amsterdam. Il parterre degli ospiti è stellare, con personalità da tutta Europa e una presenza senza precedenti della stampa internazionale.

La recita del 15 novembre sarà trasmessa in diretta da Rai Radio3 e Euroradio/EBU.

Fino al 26 novembre, la 27° edizione del Festival Milano Musica, intitolata György Kurtág. Ascoltando Beckett, dedica al tema un programma di concerti con una speciale convenzione per chi possiede biglietti del Festival.

Prima di ciascuna rappresentazione il professor Franco Pulcini terrà un incontro introduttivo per gli spettatori presso il Ridotto dei Palchi con inizio alle ore 19.15. Nel foyer è inoltre possibile visitare la mostra dal titolo György Kurtág. Segni, giochi, messaggi.

Scopri anche:

L’Adorazione dei Magi a Palazzo Marino
Leonardo da Vinci ecco come progettò l’Ultima Cena
Mostre a Milano tutti i consigli da non perdere

Informazioni
+39 0272003744
Visita il sito web
Dal: 15/11/2018 al: 25/11/2018
centro
Teatro alla Scala di Milano, tra i più importanti al mondo
Piazza della Scala - Milano
Elevato
Ore 20.00
Dove
Teatro alla Scala di Milano, tra i più importanti al mondo
Il Teatro alla Scala è un simbolo culturale di Milano e tra i più prestigiosi teatri a livello mondiale per storia, architettura e opere
Mappa