Filippino Lippi, Natale a Palazzo Marino: L’Annunciazione

Il consueto appuntamento con la Mostra di Natale a Palazzo Marino quest’anno presenta il capolavoro di Filippino Lippi L’Annunciazione. L’opera è conservata presso la Pinacoteca Civica di San Gimignano. Il maestro toscano la realizzò tra il 1483 e il 1484

Palazzo Marino rinnova l’appuntamento natalizio con l’arte presentando dal 29 novembre al 12 gennaio 2020 il capolavoro di Filippino Lippi L’Annunciazione. L’opera straordinaria proviene dalle collezioni civiche di San Gimignano e sarà presentata nella Sala Alessi di Palazzo Marino con un allestimento dedicato. La Mostra di Natale a Palazzo Marino 2019 è curata da Alessandro Cecchi, uno dei maggiori studiosi dell’arte toscana tra Quattro e Cinquecento.

Scoprite QUI tutte le mostre a Milano


La mostra di Natale a Palazzo Marino

La dodicesima edizione della mostra di Natale a Palazzo Marino porta in Sala Alessi il capolavoro di Filippino Lippi L’Annunciazione. Il Comune di San Gimignano la commissionò al maestro toscano per ornare la sede del Municipio. Si tratta di una Annunciazione che il Lippi ha dipinto tra il 1483 e il 1484 in due grandi tondi: uno raffigurante L’Angelo annunziante, l’altro L’Annunziata.

Conservati nella Pinacoteca Civica di San Gimignano, i due tondi vennero realizzati (tra il 1483 e il 1484) quando Filippino, allievo di Sandro Botticelli, aveva 26 anni. Ed era già impegnato in importanti committenze tra cui la Cappella Brancacci a Firenze. Il tondo con L’Angelo annunziante presenta l’Angelo inginocchiato su un pavimento in prospettiva centrale; quello con l’Annunziata appare, invece, più luminoso grazie alla luce riflessa in diagonale. Le cornici in legno intagliato furono, però, realizzate sei anni più tardi probabilmente da Antonio da Colle, attivo a San Gimignano nella seconda metà del Quattrocento.

L’Annunciazione

Il soggetto dell’Annunciazione era molto importante per la città di San Gimignano. Qui, come a Firenze, la celebrazione della Santissima Annunziata, il 25 marzo, rappresentava infatti il primo giorno dell’anno secondo il calendario fiorentino.

In occasione della mostra a Palazzo Marino, grazie alla collaborazione tra i due Comuni, sarà inoltre restaurata una tavola di Pier Francesco Fiorentino. L’artista era infatti tra i maestri che lavorarono a San Gimignano, insieme al Pinturicchio, Benedetto da Maiano e Antonio del Pollaiolo, il Ghirlandaio.

La mostra è patrocinata dal MIBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo), promossa dal Comune di Milano e Intesa Sanpaolo (partner istituzionale), con il sostegno di Rinascente. È inoltre coordinata da Palazzo Reale e realizzata insieme alla Pinacoteca Civica di San Gimignano, con il supporto del Comune di San Gimignano e in collaborazione con le Gallerie d’Italia di Piazza Scala. L’organizzazione è affidata a Civita.

Informazioni
Visita il sito web
Dal: 29/11/2019 al: 12/01/2020
piazza scala
Piazza della Scala, 2 - Milano
Gratis
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 20.00; giovedì dalle ore 9.30 alle ore 22.30