Area M

Festival Area M Città Studi Sound

Città Studi diventa quartiere jazz con il Festival Area M. Dal 23 giugno, concerti, eventi, con grandi maestri della musica e giovani talenti

24 appuntamenti fra concerti jazz, interdisciplinari ed eventi collaterali che avranno come terreno di azione il quartiere di Città Studi. Prende il via sabato 23 giugno il festival Area M, programma di concerti jazz e musica contemporanea nel quartiere Città Studi.

La Stagione Concertistica prevede una equilibrata attività di produzione e di ospitalità da giugno a ottobre 2018 ed è coordinata da Tino Tracanna, sassofonista, compositore e didatta, molto attento al ricambio generazionale nel campo della musica jazz. L’obiettivo di Area M è di continuare la positiva esperienza che ha saputo abbinare, dal 2014, un quartiere cittadino al jazz, ma con finalità di intervento volte all’inclusione nel mondo del lavoro dei giovani. La programmazione concertistica sarà, infatti, combinata con l’organizzazione di percorsi di tutoring post diploma. Coinvolge le scuole di alta formazione presenti nel quartiere, non solo musicali, ma legate al più ampio settore dell’intrattenimento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si parte sabato 23 giugno nel Cortile dei Martinitt con Journey Through The Secret Life Of Plants, concerto che ripropone uno dei grandi repertori creati da Stevie Wonder. Il 27 giugno si passerà quindi in Piazza Leonardo con Living In A Material World, il cui titolo è ispirato al celebre e magnifico documentario di Martin Scorsese dedicato alla vita e alla musica del più enigmatico dei 4 Beatles, George Harrison, riprendendo il disco che il “Beatle tranquillo” aveva pubblicato nel 1973. 

Il 3 luglio sarà la volta di Double Cut Inflactions nel Cortile dei Martinitt: presentano il repertorio del primo omonimo album, edito dall’etichetta UR Records, e del nuovo Mappe, in uscita a fine giugno per Parco della Musica. Il 10 luglio nel Giardino delle Culture si esibirà The Purple Quintet, uno dei gruppi giovani più interessanti del panorama musicale cittadino, con alla chitarra il veterano del jazz Alex Usai.

Il 12 luglio sempre nel Cortile dei Martinitt, il progetto Arti e Corti propone una riduzione del film di Sam Peckinpah Il Mucchio Selvaggio con l’esecuzione dal vivo della sua stupenda colonna sonora arrangiata e diretta da Corrado Guarino.

Dopo l’estate la rassegna riprenderà il 20 settembre con letture dedicate alle grandi figure del jazz in collaborazione con la Scuola Mohole. Dal 5 al 7 ottobre al Teatro Menotti ci sarà un adattamento di Carlito’s Way liberamente ispirato al romanzo di Edwin Torres. Il festival chiude in bellezza il 13 ottobre con il grande sassofonista John Surman che si esibirà al Conservatorio assieme all’Orchestra Nazionale Jazz dei Giovani Talenti dei Conservatori.

Informazioni
Visita il sito web
Dal: 23/06/2018 al: 13/10/2018
Città Studi
Evento diffuso - Milano
Gratis
A seconda dell'evento
Mappa