milanodabere.it

Fabrizio De André – Principe libero

Evento terminato

Quella di Fabrizio De André è la voce di Dio” diceva Fernanda Pivano. C’è anche lei, che con il “principe libero” della canzone d’autore italiana instaurò un forte legame di amicizia, nel film di Luca Facchini Fabrizio De André – Principe libero, dal titolo che si ispira alle note di copertina del disco Le nuvole (1990) uno dei più belli del cantautore.

Sarà nei cinema per due soli giorni, il 23 e 24 gennaio (a Milano, all’Anteo, Odeon, Ducale fra gli altri: per l’elenco completo delle sale andate su nexodigital.it) prima di andare in onda su Rai1 il 13 e 14 febbraio, subito dopo Sanremo. Con gli autori Giordano Meacci e Francesca Serafini, e la super visione di Dori Ghezzi, il regista Luca Facchini ha cercato di raccontare quarant’anni della vita di Faber mettendone in evidenza l’uomo prima ancora che l’artista.

Un’operazione da far tremare le mani: raccontare in tre ore (la durata del film) quarant’anni di vita di uno dei cantautori più importanti del Novecento italiano, che con le sue canzoni ha scritto pagine fondamentali della nostra storia. “Il centro del racconto è Fabrizio e la sua ricerca di libertà, personale e professionale. Volevamo raccontare il suo modo di affrontare il mondo, di osservarlo e di descriverlo” ha dichiarato il regista.

Dall'infanzia ai capolavori della maturità, passando attraverso il racconto degli anni di Genova. Il rapporto con la famiglia e con gli amici di una vita, come Paolo Villaggio (sarà lui a coniare per De André il soprannome con cui è tuttora noto, Faber) e come Luigi Tenco. I primi successi (Mina che porta in televisione la sua Canzone di Marinella), le timide esibizioni dal vivo, l’incontro con Dori Ghezzi, la vita da agricoltore in Sardegna fino alle drammatiche pagine del rapimento e al successivo ritorno sulle scene. Il film ripercorre l’umana avventura del cantautore.

Luca Marinelli è De André nel film Principe libero

Luca Marinelli è De André nel film Principe libero

Un’operazione difficile, quasi impossibile, che a qualcuno ha pure fatto storcere il naso. Ma riuscita alla grande anche grazie all’interpretazione di uno strepitoso Luca Marinelli (ricordate lo Zingaro di Lo chiamavano Jeeg Robot?) entrato alla perfezione nelle vesti di Faber. “All'inizio ero terrorizzato all'idea di confrontarmi con un gigante come Fabrizio. Ho accettato dopo avere conosciuto Dori Ghezzi, che mi ha dato fiducia. Non ho voluto interpretare Faber, impossibile, l’ho rappresentato” ha detto Luca Marinelli. Che ha dato una grande prova da attore, anche nelle scene in cui canta con la propria voce le canzoni di De André.

Lo stesso vale per gli altri personaggi, da Dori Ghezzi interpretata da Valentina Bellè, a Elena Radonicich, nei panni di Puny, la prima moglie; da uno straordinario Gianluca Gobbi nella parte di Paolo Villaggio, a un altrettanto Ennio Fantastichini nel ruolo del padre di Faber, fino a Orietta Notari, interprete di Nanda Pivano.

Fabrizio De André - Principe libero, il film di Luca Facchini omaggio all'uomo Faber

Fabrizio De André – Principe libero, il film di Luca Facchini omaggio all'uomo Faber
Informazioni
Dal: 23/01/2018 al: 24/01/2018
Vari indirizzi - Milano
n.p.
.
Mappa